giovedì, Giugno 30, 2022
GeneraleVariante Lambda, perché infetta più di quella Delta: mutazioni...

Variante Lambda, perché infetta più di quella Delta: mutazioni potrebbero eludere vaccini

-

Rome
nubi sparse
29.3 ° C
31.3 °
28 °
63 %
2.6kmh
40 %
Gio
32 °
Ven
32 °
Sab
34 °
Dom
35 °
Lun
36 °

A un mese dalla sua prima analisi, la variante Lambda del virus Covid comparsa in Perù alla fine del dicembre 2020, ha due mutazioni che la rendono altamente infettiva. Entrambe si trovano sulla proteina Spike, con la quale il virus penetra nelle cellule umane. Lo indica la ricerca coordinata dall’Università di Tokyo, con Izumi Kimura e Kei Sato, e accessibile online sul sito bioRxiv, che accoglie gli articoli non ancora sottoposti all’esame della comunità scientifica.

Variante Lambda, le mutazioni che potrebbero eludere i vaccini

Le due mutazioni che hanno attirato l’attenzione dei virologi perché rendono la variante Lambda più infettiva sono indicate con la sigla T76I e L452Q. Una terza mutazione, indicata con RSYLTPGD246-253N si trova nella parte terminale della proteina Spike e grazie ad essa questa variante riesce a sfuggire agli anticorpi. E’ soprattutto quest’ultima mutazione ad essere considerata dagli autori della ricerca una sorta di sorvegliata speciale in quanto i dati indicano che potrebbe essere “strettamente associata alla massiva diffusione dell’infezione della variante Lambda in Sudamerica”.

Sono dati che indicano come “siamo ancora lontani dalla fase endemica”, osserva il virologo Francesca Broccolo, dell’università di Milano Bicocca. “La fase endemica – ha aggiunto – è quella in cui si attende la comparsa di un virus molto trasmissibile, ma poco virulento. I dati indicano infatti che stanno ancora facendo la loro comparsa varianti con un elevato potenziale infettivo. In grado di eludere gli anticorpi e che non vi è ancora una stabilizzazione dei nuovi casi”.

La variante Lambda in Europa?

Al momento, secondo i dati della banca internazionale Gisaid, la variante Lambda è diffusa in nel Sudamerica, soprattutto in Perù, Argentina, Cile ed Ecuador. Si rilevano molti casi anche in tutta l’America settentrionale, mentre in Europa si osservano casi soprattutto in Spagna e Germania. Non arrivano a una decina quelli rilevati in Italia. Bassa anche la diffusione in Asia e Oceania.

Ultime Notizie

Amadeus positivo al Covid, a casa ascolta brani in vista della selezione per il Festival di Sanremo

C’è anche Amadeus tra i tanti italiani risultati positivi al Covid in questi giorni. Il...

i suoi effetti forse non sono ancora finiti

L’eruzione del vulcano sottomarino Tonga nell’Oceano Pacifico, avvenuta il 15 gennaio 2022, si conferma tra...

Tour de France al via, riflettori su Ganna. Ma l’uomo da battere è sempre Pogacar

Ascolta la versione audio dell'articoloTocchiamo ferro e incrociamo le dita. Sia per il Covid che pende come una spada...

Il rapper R. Kelly condannato a 30 anni per abusi su donne e adescamento di minori

Il cantante R. Kelly è stato condannato da una giuria di New York a 30...

Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro quella tarda serata (ma prima e dopo a 220 euro)

Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro. C’è chi si porta precedente di quasi un anno unitamente la speculazione. Occasione imperdibile: il unitamentecerto di Bruce Springsteen a Ferrara predisposto il 18 maggio 2023. Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro Il tour del Boss accende […]

Covid, nel incarico privato mascherine FFP2, controllo temperatura e smart working: la bozza di aggiornamento

Covid, per fuori della crescita dei contagi, nel lavoro espropriato dovrebbe restare l’uso della mascherine. Lo indica una bozza di aggiornamento delle misure di contrasto al virus sul lavoro dei privati che il comando condividerà con le parti sociali. Covid, nel lavoro espropriato mascherine FFP2, controllo temperatura e smart working Nel testo è previsto l’uso […]

Devi leggere

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te