Generale"Siamo uno Stato laico, non confessionale". In Senato risposta...

“Siamo uno Stato laico, non confessionale”. In Senato risposta al Vaticano

-

Rome
poche nuvole
27.5 ° C
29.6 °
26.1 °
81 %
1.5kmh
20 %
Lun
34 °
Mar
34 °
Mer
36 °
Gio
36 °
Ven
35 °

Ddl Zan, Draghi: “Siamo uno Stato laico, non confessionale”. “Siamo in uno Stato laico, non siamo in uno Stato confessionale”: senza enfasi, ma con convinzione quasi sorpresa di dover ribadire l’ovvio, Draghi risponde al Vaticano.

Ddl Zan, Draghi: “Siamo uno Stato laico, non confessionale”

E anche a chi ha paura di discutere e deliberare in Parlamento. Il nostro ordinamento, rassicura Draghi, “contiene tutte le garanzie per rispettare gli impegni come il Concordato“.

Durante la replica in Senato il premier Mario Draghi sgombra il campo dagli equivoci sul ddl Zan. ‘

“L’Italia è uno stato laico. Il Parlamento è certamente libero di discutere e non solo. Il nostro ordinamento contiene tutte garanzie per rispettare gli impegni internazionali tra cui il concordato. Ci sono controlli preventivi nelle commissioni parlamentari. Ci sono controlli successivi nella Corte costituzionale”.

“Il governo non entra nel merito della discussione. Questo è il momento del Parlamento, non è il momento del governo”. 

La nota della Segreteria di Stato inviata all’ambasciata d’Italia

“La segreteria di Stato rileva che alcuni contenuti dell’iniziativa legislativa” del ddl Zan, particolarmente nella parte in cui si stabilisce la criminalizzazione delle condotte discriminatorie per motivi ‘fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere’ – avrebbero l’effetto di incidere negativamente sulle libertà assicurate alla Chiesa cattolica e ai suoi fedeli dal vigente regime concordatario”.

E’ quanto si legge nella nota verbale indirizzata il 17 giugno dalla segreteria di Stato vaticana all’ambasciata d’Italia presso la Santa sede, che l’ANSA ha potuto visionare.

“Ci sono espressioni della Sacra Scrittura e delle tradizioni ecclesiastiche del magistero autentico del Papa e dei vescovi. Che considerano la differenza sessuale, secondo una prospettiva antropologica che la Chiesa cattolica non ritiene disponibile perché derivata dalla stessa Rivelazione divina”.

“Tale prospettiva – prosegue la nota verbale – è infatti garantita dall’Accordo tra la Santa Sede e la Repubblica italiana di Revisione del concordato lateranense, sottoscritto il 18 febbraio 1984′”.

Ultime Notizie

Per Saperz la prima vittoria per carriera a Silverstone, per una domenica pericolosa e movimentata come poche

Si ricorderà il 3 luglio per la bellissima attività del pilota spagnolo, una avanti posizione presa di forza: conquistata con rabbia, con le unghie e con non poco orgoglio

36.282 contagiati, 59 morti, in aumento i ricoveri

Sono 36.282 i nuovi casi di Covid secondo i dati del bollettino di oggi, 4 luglio,...

in fiamme il parco del Pineto

Oggi, lunedì 4 luglio, un nuovo incendio ha colpito Roma, nella zona ovest, nell’area della...

Omicidio Willy Monteiro, fratelli Bianchi condannati all’ergastolo. Applausi in aula

Sono stati condannati all’ergastolo i fratelli Marco e Gabriele Bianchi accusati dell’omicidio di Willy Monteiro...

quanta acqua consumano gli italiani? 245 litri al giorno, 30 solo per lavarsi i denti

Ogni italiano consuma 245 litri di acqua al giorno: fino a 30 litri solo per...

Jayland Walker, 25enne afro-americano ucciso a colpi di pistola dalla polizia di Akron VIDEO

Un 25enne afro-americano, Jayland Walker, è stato ucciso a colpi di pistola, si parla di...

Devi leggere

“Immagine degradante della donna alla festa vip”

Diletta Leotta, donne-lampadario rovinano party...

137.147 nuovi casi e 377 vittime nelle ultime 24 ore

137.147 nuovi casi e 377...

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te