mercoledì, Agosto 17, 2022
MotoriPer Sainz la prima vittoria in carriera a Silverstone,...

Per Sainz la prima vittoria in carriera a Silverstone, in una domenica pericolosa e movimentata come poche

-

Rome
cielo coperto
24.4 ° C
26 °
22.9 °
80 %
3.3kmh
100 %
Mer
31 °
Gio
26 °
Ven
24 °
Sab
30 °
Dom
25 °

La sicurezza e i rischi corsi

Silverstone ha visto un brutto incidente al via della gara di Formula 1, che ha coinvolto Zhou, Albon e Russell. Un crash multiplo e pauroso, come non se ne vedeva da tempo. O almeno: sempre oggi a Silverstone, a ben vedere, c’è già stato un ’volo’ di una monoposto che con una ruota anteriore è arrivato sopra alla testa di un pilota in Formula 2. Nel pomeriggio, in Formula 1, poi, questo ’groviglio’ all’inizio, dove il pilota cinese ha sperimentato un ‘volo rovescio’ di circa 200 metri. Per ironia della sorte, c’era pure Tom Cruise fra gli ospiti vip della gara: quale onore di fronte al maestro del celebre ‘inverted flight’ del primo Top Gun, che ancora in tanti ricordano come scena più divertente e irreverente del film!

Nella nuda realtà di oggi, questo imprevisto decollo della Sauber ha spaventato non poco e si è risolto per fortuna senza conseguenza al pilota grazie all’Halo, il recente dispositivo a protezione della testa dei piloti che era già stato indispensabile per l’evento precedente nella categoria inferiore. La scuderia di Hinwil tuttavia ha sudato anche molto freddo, in quanto il dispositivo voluto dalla federazione ha tenuto ma si è rotto il roll bar, quindi l’infrastruttura che doveva salvaguardare l’incolumità del pilota non ha compiuto bene il suo lavoro fino in fondo. Forse anche a causa di una progettazione strutturale differente, infatti, la ‘gabbia’ elvetica si è probabilmente sbriciolata a causa della dinamica del ‘volo’, ovvero dell’impatto con il terreno e della direzione in cui è strisciata la vettura a testa capovolta.

La forma a ‘lama centrale’ che caratterizza la scelta di Sauber insomma può aver subito un urto obliquo, meno consueto ed evidentemente considerato meno probabile in fase di design, tanto da compiere una scelta di forma ‘non troppo solida’ di cui oggi, molto probabilmente, qualcuno se ne sarà pentito.

Sorte e imprevisti: nessun pronostico valido

Dopo l’incidente di Zhou, del quale non ha responsabilità ma poteva essere molto grave, poche altre cose potevano sembrare degne di nota nel prosieguo della gara, ma i fatti interessanti in realtà sono stati così tanti da non poter essere nemmeno citati tutti. Non si può dimenticare però che nelle prime fasi Sainz si era visto impartire un ‘antipatico’ ordine di scuderia quando già sembrava averne di più di Leclerc, ma d’altra parte con il campione del mondo e leader del mondiale in ottava posizione, era ovviamente giusto cercare di andare a far recuperare punti al pilota più alto in classifica.

Una cosa che al momento poteva non essere giudicata del tutto corretta: Sainz era lì per merito, ma d’altro canto entrambe le rosse avrebbero perso dei secondi fondamentali, che avrebbero pagato al momento in cui Hamilton doveva essere ancora messo sotto tiro. A proposito del sette volte campione, proprio al giro 34 si è visto penalizzare dal suo stesso team a causa di un pit stop molto lungo, superiore ai 4 secondi, che lo ha visto rientrare dopo le due Ferrari, in quel momento prima e seconda. Poco dopo, però, al giro 39 una safety car entra per tre giri a causa di un’auto ferma in mezzo alla pista. Da lì l’inizio della parabola discendente di Leclerc, in quel momento ancora favorito per la vittoria: scelte differenti di gomme, lotta fratricida con il compagno di squadra alla ripartenza e poi il ‘cinema’ degli ultimi dieci giri, nei quali Perez ed Hamilton ingaggiano con Leclerc uno dei duelli più epici di tutto il decennio.

Ultime Notizie

Freya, il tricheco del fiordo di Oslo è stato sfiduciato: stressato dai selfie dei turisti era diventato un pericolo

E’ stato abbattuto il tricheco norvegese Freya è stato abbattuto: il grande mammifero marino epoca diventato un’attrazione estiva nel insenatura di Oslo, dove dal 17 luglio intratteneva involontariamente turisti e residenti. Il tricheco, secondo le autorità norvegesi, epoca diventato un pericolo per il pubblico e governo non hanno voluto accorrere rischi. Al pinnipede è stata […]

Meteo 16-18 agosto: caldo africano al Sud e perturbazione atlantica al Nord

Italia ancora divisa in due appresso Ferragosto: mentre a mezzogiorno si prevede una nuova ondata di caldo con il ritorno dell’anticiclone africano, il Nord si prepara all’arrivo di una perturbazione atlantica a partire dal dopo pranzo di mercoledì 17 agosto. Secondo le previsioni del meteorologo Lorenzo Tedici, del sito iLMeteo.it da giovedì 18 al Nord arrivano […]

Elettore ottuso e da far fesso, il detto e accettato quando si dice: è campi elettorale…

Tutte le volte, proprio tutte, che un politico (maggiore, medio, microscopico o ultimo che sia in graduatoria di potere o notorietà) dice, posta, dichiara, pubblicizza, sostiene, lancia un’offesa alla realtà o infligge uno sfregio al plausibile perpetuamente lui/lei stesso/a o chi per loro aggiungono, giustificano, argomentano, assolvono, plaudono con la frase: “è campi elettorale”. Dunque […]

Bimbo alla infisso colpito da un proiettile esploso da guardia giurata: forse sparava ai cartelli stradali

Un proiettile lo ha colpito mentre era esposto alla finestra. Sono gravi le condizioni di un bambino, di appena 2 anni, degente all’ospedale vicario di cristo Giovanni XXIII di Bergamo. Il dramma si è consumato la sera di Ferragosto a Cortefranca, in provincia di Brescia.  Il magro era alla finestra di casa quando è stato raggiunto da […]

la seconda in due mesi, questa volta non sembrano esserci persone coinvolte

Una frana di grosse dimensioni a Cima Uomo in Marmolada si è staccata nel pomeriggio...

Elezioni, acque agitate nel Pd, le Liste dei candidati contestate

Elezioni fra un mese, aAcque agitate nel Pd. Fatte le Liste, cominciano le baruffe (eufemismo)....

Devi leggere

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te