Generalemadre con bambina contromano a Roma, senza legge marciapiedi...

madre con bambina contromano a Roma, senza legge marciapiedi come piste

-

Rome
cielo sereno
22.7 ° C
23.9 °
21.6 °
95 %
1.5kmh
0 %
Dom
33 °
Lun
35 °
Mar
34 °
Mer
36 °
Gio
31 °

Monopattini, simbolo della inettitudine di una classe dirigente. Eccola qua la prova: una madre incosciente, elegante nel suo abito azzurro, porta sul monopattino  la sua bambina e affronta un lungotevere di Roma alle 5 del pomeriggio. Sarebbe da arrestare, da dare in mano ai talebani per adeguati provvedimenti, una multa non basterebbe.

Ancora è difficile capire come i monopattini abbiano avuto i permessi, in Italia e in Europa. Certo chi li promuove e gestisce deve avere una straordinaria capacità di lobby. Non diamo voce a cattivi pensieri.

SERVE UNA LEGGE – È inaccettabile una lacuna normativa. Da un anno e mezzo il monopattino ha cambiato il volto della mobilità (un veicolo su tre è un monopattino) e lorsignori non hanno ancora deciso niente. D’accordo, la Commissione Trasporti alla Camera è al lavoro su una proposta di legge ad hoc. Ma è lenta.  Indecisa. Lemme lemme.  Immagine emblematica dei nostri trasporti vetusti. Ma non è una bassa insinuazione, un colpo sotto la cintura o l’effetto del mezzo litro. È purtroppo la realtà. Il problema è serio e urgente. Fino a quando dovremo aspettare?

I PUNTI CARDINE – Limiti di velocità, targhetta di riconoscimento, assicurazione, casco obbligatorio, marciapiedi off limits, divieto di circolazione dopo il tramonto, conduttori solo maggiorenni. Magari una specie di patentino, come vorrebbe l’ACI. Esagerato?  I numeri degli incidenti registrano una escalation preoccupante. In Italia ci sono stati 564 scontri con un morto e 518 feriti.

Quest’anno va peggio. Dunque c’è la necessità di una stretta. Rapida, chiara. Soprattutto per ciò che concerne la velocità: possono bastare i 20 km/h sulle ciclabili e i 30 km/h su strade urbane. Massimo 6-7 km/h in aree pedonali.

BOOM INCONTROLLATO –  in questo benedetto Paese la cultura del controllo latita.  Si controlla a campione (stavo per scrivere “a capocchia“), in modo spesso sconclusionato, senza  un preciso criterio. Come si è visto, e si continua a vedere, col Covid.

Il primo veicolo di “sharing mobility“ ha fatto la sua apparizione poco prima dell’emergenza scatenata dalla pandemia. Poi il fenomeno è dilagato. Un dato su tutti: 7,4 milioni di noleggi in monopattini nel solo 2020. Altro dato: si calcola che, sempre nel 2020, siano stati percorsi la bellezza di 14,4 milioni di chilometri. Il calcolo su questo fenomeno socio-economico è stato fatto dall’Osservatorio Nazionale Sharing Mobility,  promosso da due ministeri (Transizione Ecologia e  Infrastrutture) e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Durante il lockdown l’impatto dei monopattini sfreccianti sui marciapiedi da loro trasformati in piste di alta velocità è stato relativamente modesto. Col ritorno alla normalità sarà un inferno.

A novembre Roma ospiterà  la Conferenza nazionale della sharing mobility. È importante precisare che il fenomeno è più ampio, non riguarda solo i monopattini, comprende le automobili in noleggio per poche ore.

Viene da chiedersi: sarà  pronta la legge ?

Ultime Notizie

metà degli italiani teme di restare senza acqua

Emergenza idrica. Quasi la metà degli italiani (46%) teme di restare senza acqua. È quanto...

Formula 1, Gp Inghilterra, domenica 3 luglio, ore 16, dove in tv

Formula 1, Gp d’Inghilterra, domenica thrilling a Silvertone (ore 16).  Ferrari contro tutti. O la va...

Del Vecchio, il testamento: l’impero diviso per otto parti uguali. C’è anche Rocco Basilico

E’ ripartito in parti uguali tra la moglie e i figli, l’assetto societario della Delfin, la cassaforte della famiglia Del Vecchio. Lo rende popolare la stessa Delfin, a seguito dell’apertura delle disposizioni nel testamento di Leonardo Del Vecchio, distrutto lo passato 27 giugno. Sia la moglie, Nicoletta Zampillo Del Vecchio, che i figli, compreso Rocco […]

Vicenza, muore per mountaper bike: non si accorge del filo spperato, vola nel dirupo per 4 metri

Un 63enne di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, è morto in seguito ad una violenta caduta con la sua mountain bike. L’incidente è avvenuto lungo una strada silvestre della Valmaron, nella zona dell’Altopiano di Asiago. Muore in mountain bike: sbalzato per diversi metri dietro schianto su filato spinato L’uomo era in passeggiata insieme […]

Covid, il bollettino di al giorno d’oggi 2 luglio: 84.700 nuovi casi, 63 morti, in aumento ricoveri e terapie intensive

Sono 84.700 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati di al giorno d'oggi 2 luglio del bollettino del governo della salve. Ieri erano stati 86.334. Le vittime sono invece 63, in calo rispetto alle 72 di ieri. Bollettino al giorno d'oggi, tasso di positività al 26% Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici […]

Tour de France ribaltati nella seconda tappa in Danimarca: alloro aJacobsen, Van Aert è la nuova maglia gialla

Ribaltone al Tour de France. L’olandese Fabio Jacobsen, 26 anni, freccia del team Quick Step, ha vinto la seunitamenteda pausa danese del Tour de France unitamente una volata potente, coraggiosa, unitamentevulsa, tattica. A 300 metri dal traguardo era in settima positura. Improvvisamente si è spalancato un corridoio l’ha infilato rifilando una mostruoso gomitata a Sagan. […]

Devi leggere

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te