GeneraleLadro ruba un'auto e va a fare il pieno,...

Ladro ruba un’auto e va a fare il pieno, ma il benzinaio è il proprietario del veicolo rubato

-

Rome
cielo sereno
28.3 ° C
31.3 °
24.2 °
74 %
1.5kmh
0 %
Dom
32 °
Lun
36 °
Mar
36 °
Mer
36 °
Gio
37 °

Sembra una barzelletta ma è successo veramente: un ladro ruba un’auto e va a fare il pieno di benzina, ma il benzinaio che lavora al distributore è il proprietario della vettura rubata. A quel punto il benzinaio, accorgendosi della sua vettura, in un primo momento ha fatto finta di niente, poi ha chiamato la polizia mentre il ladro intanto una volta fatta benzina se n’è andato via.

Il benzinaio e il pieno pagato dal ladro d’auto

Tutto è accaduto vicino Arezzo. Il ladro, 37 anni, poco dopo è stato rintracciato dalla polizia e arrestato non senza difficoltà, visto che, magari innervosito dalla giornata jellata, ha preso a calci gli agenti. E l’auto? Restituita al legittimo proprietario, con un piano di benzina pagato direttamente dal ladro. Risultato: benzinaio con l’auto e il pieno gratis. Il ladro in carcere, senza auto e con il portafogli alleggerito (senza aver subito un furto).

Il ladro sfortunato: parte seconda

I giorni scorsi evidentemente sono stati davvero sfortunati per i ladri d’auto. Pensate a quest’altro caso, ironia della sorte sempre in Toscana, a Siena. C’è un’auto parcheggiata, dentro c’è un ladro che sta cercando di metterla in moto per soffiarla al proprietario. Un normalissimo furto d’auto, se non fosse che il proprietario è lì accanto alla macchina che guarda il ladro.

Il ladro, sentendosi osservato cosa fa? Prima si nasconde accovacciandosi il più possibile sotto il sedile, poi rendendosi conto anche lui dell’inutilità di quello che sta facendo esce dall’auto, dà una spinta al proprietario e scappa. Ma la fuga dura poco perché il ladro sfortunato non si era accorto che il proprietario aveva chiamato i carabinieri già da tempo. E infatti viene arrestato quasi al momento. La beffa finale? Il complice “palo” che non ha visto né sentino niente e se n’è andato via fischiettando. 

 

Ultime Notizie

Per Sainz la prima vittoria in carriera a Silverstone, in una domenica pericolosa e movimentata come poche

La sicurezza e i rischi corsiSilverstone ha visto un brutto incidente al via della gara di Formula 1, che...

casi a Londra. Sintomi e come riconoscere la malattia

Tubercolosi, grande paura di un grande ritorno. L’allarme parte da Londra ma Brexit non isola...

Assange non deve essere estradato, a Londra si gioca la democrazia

Assange non è solo, è in gioco la democrazia, avverte Vincenzo Vita in questo articolo...

Farmaco che affama le cellule tumorali forse svolta nella cura del tumore al cervello

Un farmaco che affama le cellule tumorali potrebbe essere, dopo venti anni, la prima svolta...

Polio nel Regno Unito, si temono contagi dalle acque reflue: ignorato il primo focolaio

Nel Regno Unito c’è la preoccupazione che la polio si stia diffondendo in tutto il...

“Il ciclismo di oggi è più stressante ma Pogacar può vincere 6 Tour”

Miguel Indurain, Ambassador Enervit, correrà la sfacchinata delle Dolomiti del 3 luglio insieme ad più in avanti 8milla appassionati di ciclismo, che misureranno le loro forze e le loro ambizioni sui tornanti delle montagne rosa

Devi leggere

verso proroga al 31 marzo. E chiede la fiducia sul decreto fiscale)

Stato d’Emergenza Covid, Draghi accelera:...

Coronavirus, il bollettino del 2 maggio: 18.896 nuovi casi e 124 morti nelle ultime 24 ore

18.896 nuovi casi e 124 morti nelle ultime 24 ore. Questi i numeri del bollettpero di oggi, lunedì 2 maggio, sulla condizione della pandemia di coronavirus per Italia. Tasso di positività al 15,4% Sono 122.444 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, perferiore i dati del mperistero della Salute. […]

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te