GeneraleKhrystyna Novak, il sospettato Francesco Lupino dopo 9 ore...

Khrystyna Novak, il sospettato Francesco Lupino dopo 9 ore di interrogatorio: L’ho uccisa io

-

Rome
cielo sereno
26.9 ° C
28.6 °
24.5 °
78 %
2.1kmh
0 %
Sab
34 °
Dom
34 °
Lun
35 °
Mar
36 °
Mer
35 °

Sarebbe stato Francesco Lupino ad uccidere Khrystyna Novak, l’ucraina di 29 anni scomparsa a Castelfranco di Sotto (Pisa). L’uomo, 49 anni di Fucecchio (Firenze) aveva sempre respinto le accuse ma dopo nove ore di interrogatorio e con il cadavere della donna ritrovato il 21 maggio, sarebbe crollato.

Secondo quanto riporta l’Ansa, di fronte alle contestazioni sempre più incalzanti degli inquirenti, Lupino avrebbe ammesso di essere stato lui a uccidere la notte tra l’1 e il 2 novembre 2020 Khrystyna Novak in un’abitazione a Corte Nardi di Castelfranco di Sotto (Pisa).

In quella casa la giovane viveva insieme al fidanzato spagnolo, ed ex socio in affari proprio di Lupino, che era stato arrestato pochi giorni prima in un blitz antidroga.

Khrystyna Novak, il movente per vendetta contro il fidanzato

Il movente dell’omicidio sarebbe proprio la vendetta: visto che il fidanzato di Khrystyna Novak aveva ammesso le sue responsabilità e si era detto pronto a “vuotare il sacco e uscire dal giro” indicando proprio Lupino come complice nei suoi affari illeciti.

Il corpo della donna, sparito per mesi, è stato ritrovato il 21 maggio in un casolare abbandonato, vicino a Corte Nardi. Lupino era stato arrestato il 23 marzo.

Khrystyna Novak, trovati il cadavere e la pistola

Gli accertamenti sul cadavere hanno fornito ulteriori indizi agli investigatori che hanno fissato un nuovo interrogatorio: stamani Lupino è stato prelevato in carcere e accompagnato negli uffici della squadra mobile dove, alla presenza del suo legale, è stato interrogato dal pm Egidio Celano e dal capo della mobile, Fabrizio Valerio Nocita.

Secondo la ricostruzione dell’Ansa, la notte dell’omicidio Lupino si sarebbe introdotto in casa di Novak, ballerina presso un night di Altopascio (Lucca), e l’avrebbe uccisa sparandole con una pistola che poi avrebbe gettato in un canale proprio per vendicarsi del fidanzato di lei che aveva deciso di “uscire dal giro e collaborare con la giustizia”.

Per mesi Lupino ha respinto le accuse, ma con il ritrovamento del cadavere, e anche dell’arma recuperata dagli inquirenti, gli indizi in mano agli investigatori sono ulteriormente cresciuti e lo hanno convinto a confessare e a collaborare per ricostruire i tasselli ancora mancanti della vicenda. 

Ultime Notizie

Usa, in Texas entra in vigore la legge che vieta l’aborto e lo punisce col carcere

La corte suprema del Texas ha autorizzato l’entrata in vigore di una legge del 1925...

Covid, aumentano i casi di polmonite con Omicron 5. Pregliasco: Quarta dose fondamentale

Tornano ad aumentare in Italia i casi di polmonite causata dal Covid che richiedono la...

malattie respiratorie, problemi neurologici, cefalea…

Il 24% di bambini e adolescenti che hanno superato la fase acuta del Covid con...

Guerra in Ucraina, testimonianza dal fronte: pensando alla moglie

La guerra in Ucraina, la vita al fronte nella testimonianza raccolta da Antonio Buttazzo. È...

Spazzatura spaziale: 190 milioni di oggetti volanti minacciano i satelliti (e i loro servizi)

Può andare da Londra a Mosca in 10 minuti, volando a 500 chilometri da Terra, può pesare anche meno...

Corea del Nord: “Il Covid è arrivato qui per colpa dei palloncini inviati della Corea del meridione”

altro le autorità della Corea del Nord il Covid è arrivato in paese per colpa di alcuni palloncini, definiti “di propaganda”, inviati da Seul. La teoria della Corea del Nord Nel mirino della Corea del Nord è finita la “campagna di contro-propaganda” e gli “oggetti alieni” fatti di volantini, cd-rom, chiavette Usb e di tutti […]

Devi leggere

Ci sono dubbi, prima vogliamo vedere i dati clinici

Neanche il tempo di concludere...

escluso dalla cerimonia al castello di Windsor

Il principe Andrea è di...

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te