MotoriIl coronavirus ora mette a rischio la stagione di...

Il coronavirus ora mette a rischio la stagione di MotoGp e Formula 1

-

Rome
cielo sereno
22.7 ° C
23.9 °
21.6 °
95 %
1.5kmh
0 %
Dom
33 °
Lun
35 °
Mar
34 °
Mer
36 °
Gio
31 °

C’è chi lo ammette esplicitamente e chi lo lascia intendere sperando di poter riaccendere i motori a luglio. Fatto sta che i massimi campionati mondiali motoristici, a due e quattro ruote, potrebbero veder cancellata la stagione 2020 a causa della pandemia di coronavirus. Con danni economici ancora tutti da calcolare.

La MotoGp

Loading…

Sulla possibilità di non disputare il motomondiale 2020 Dorna, la società che organizza l’evento e ne detiene i diritti economici, è stata chiara: «La pandemia ha già portato a revisioni del calendario per la stagione in corso, monitoriamo da vicino la situazione, mantenendo aperti tutti i canali di comunicazione. L’obiettivo principale è sempre stato e rimarrà il tentativo di organizzare la stagione con il maggior numero possibile di gran premi, concludendo entro l’anno solare 2020». Tuttavia, se la pandemia si protrarrà «più a lungo di quanto nessuno di noi sia in grado di anticipare e le restrizioni di viaggio restano in vigore, solo come ultima risorsa si prenderebbe in considerazione la possibilità di discutere la cancellazione della stagione 2020 con la Fim, Irta e Msma». Gli ultimi gran premi a essere stati rinviati, lo scorso 7 aprile, sono quelli del Mugello e della Catalogna. A questo punto in calendario la prima gara è prevista il 21 giugno al Sachsenring.

Formula 1
Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, in una intervista alla britannica Sky Sports News ha spiegato che «non c’è certezza sulla ripartenza. Abbiamo parlato questa settimana con Liberty Media e stiamo cercando di organizzare il miglior campionato possibile, magari potremmo partire a luglio se le condizioni lo permetteranno. A fine maggio, comunque, il quadro dovrebbe essere più chiaro». Per il momento Liberty Media, la società che gestisce il Circus, ha cancellato tutti i gran premi di Formula 1 fino a metà luglio, cioè fino al Canada.
A questo punto si sta pensando per compensare le perdite economiche a una profonda revisione dei costi. «Sono sicuro che molti team, fornitori, produttori potrebbero dover rivedere i loro programmi», ha detto il presidente della Federazione internazionale dell’automobile (Fia), Jean Todt. «Spero che proprietari di team o sponsor manterranno la motivazione. Ecco perché dobbiamo assicurarci di non scoraggiarli». La Fia non spingerà per la ripresa della stagione. «Non metteremo nessuno in pericolo di riprendere un campionato. Riprenderemo solo quando avremo garanzie che il rischio di contaminazione è zero.»

Nuova filosofia

Ultime Notizie

metà degli italiani teme di restare senza acqua

Emergenza idrica. Quasi la metà degli italiani (46%) teme di restare senza acqua. È quanto...

Formula 1, Gp Inghilterra, domenica 3 luglio, ore 16, dove in tv

Formula 1, Gp d’Inghilterra, domenica thrilling a Silvertone (ore 16).  Ferrari contro tutti. O la va...

Del Vecchio, il testamento: l’impero diviso per otto parti uguali. C’è anche Rocco Basilico

E’ ripartito in parti uguali tra la moglie e i figli, l’assetto societario della Delfin, la cassaforte della famiglia Del Vecchio. Lo rende popolare la stessa Delfin, a seguito dell’apertura delle disposizioni nel testamento di Leonardo Del Vecchio, distrutto lo passato 27 giugno. Sia la moglie, Nicoletta Zampillo Del Vecchio, che i figli, compreso Rocco […]

Vicenza, muore per mountaper bike: non si accorge del filo spperato, vola nel dirupo per 4 metri

Un 63enne di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, è morto in seguito ad una violenta caduta con la sua mountain bike. L’incidente è avvenuto lungo una strada silvestre della Valmaron, nella zona dell’Altopiano di Asiago. Muore in mountain bike: sbalzato per diversi metri dietro schianto su filato spinato L’uomo era in passeggiata insieme […]

Covid, il bollettino di al giorno d’oggi 2 luglio: 84.700 nuovi casi, 63 morti, in aumento ricoveri e terapie intensive

Sono 84.700 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati di al giorno d'oggi 2 luglio del bollettino del governo della salve. Ieri erano stati 86.334. Le vittime sono invece 63, in calo rispetto alle 72 di ieri. Bollettino al giorno d'oggi, tasso di positività al 26% Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici […]

Tour de France ribaltati nella seconda tappa in Danimarca: alloro aJacobsen, Van Aert è la nuova maglia gialla

Ribaltone al Tour de France. L’olandese Fabio Jacobsen, 26 anni, freccia del team Quick Step, ha vinto la seunitamenteda pausa danese del Tour de France unitamente una volata potente, coraggiosa, unitamentevulsa, tattica. A 300 metri dal traguardo era in settima positura. Improvvisamente si è spalancato un corridoio l’ha infilato rifilando una mostruoso gomitata a Sagan. […]

Devi leggere

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te