MotoriFormula 1, Leclerc e Vettel fuori gara inutilmente. Hamilton...

Formula 1, Leclerc e Vettel fuori gara inutilmente. Hamilton stravince in solitaria

-

Rome
poche nuvole
27.5 ° C
29.6 °
26.1 °
81 %
1.5kmh
20 %
Lun
34 °
Mar
34 °
Mer
36 °
Gio
36 °
Ven
35 °

I due delle malignamente soprannominate “Mercedes rosa” c’è da scommetterci che tutto l’anno daranno spettacolo, perché sin dal lockdown si è parlato di una probabile lotta per il “sedile” 2021, tanto più dopo che, da pochi giorni a questa parte, si è aggiunta la voce che nel 2021 potrebbe essere probabile un ingaggio di Sebastian Vettel al posto di uno di loro.

Cosa che non nuocerebbe a molti dei giovani (eccetto, clamorosamente, a Bottas) se il noto “figlio di papà” canadese potesse, anziché passare a formule alternative, addirittura conquistare una guida nientemeno che nella Mercedes “prima squadra” almeno per un anno. Con l’aumentare ogni anno del potere di Stroll senior, la conferma di queste ipotesi non soprenderebbe ormai più di tanto. Anche se questo “metodo” ovviamente poco meritocratico potrebbe non fare del tutto bene all’immagine di questo sport.

Un episodio che varrà una settimana da incubo

Prima di trasferirsi in Ungheria per la gara di domenica prossima, il management Ferrari dovrà capire cosa fare con i due piloti in rosso che, questa domenica, non hanno concluso la gara dopo prove in grande affanno. Carenze tecniche e veemenza di Leclerc hanno reso questo week-end uno dei peggiori degli ultimi anni, per certi aspetti anche più inaccettabile di Singapore 2017, dove per far fuori entrambe le Ferrari c’era stato lo zampino di Max Verstappen.

Oggi invece Leclerc è arrivato con una eccessiva foga alla curva 3, dove si è voluto inserire all’interno come “terzo incomodo”, perdendo “come nelle formule minori” il controllo su un cordolo che, complice la frenata ancora in corso, ha mandato il giovane monegasco sopra la vettura di Vettel, con l’effetto immediato di distruggere l’ala posteriore della SF1000 #5 e, in modo irreparabile, anche la sua monoposto. Un fatto di gara tutto sommato accettabile e anche accettato dai giudici che, almeno, hanno evitato di rincarare la dosa con investigazioni e possibili sanzioni.

Peccato per Giovinazzi

Peccato per Giovinazzi. Poteva essere la giornata buona per andare a punti. Stava facendo una bella figura perché era lì sempre attaccato al suo compagno di squadra Raikkonen, a riprova che entrambi stanno sfruttando al meglio il pacchetto della Alfa Romeo Racing a loro disposizione. Sul finale però fra lui e il finlandese sono subentrate entrambe le Haas mentre dopo i top team e quelli di seconda fascia, hanno avuto la meglio Ricciardo all’ottavo posto e Kvjat decimo.

Ultime Notizie

in fiamme il parco del Pineto

Oggi, lunedì 4 luglio, un nuovo incendio ha colpito Roma, nella zona ovest, nell’area della...

Omicidio Willy Monteiro, fratelli Bianchi condannati all’ergastolo. Applausi in aula

Sono stati condannati all’ergastolo i fratelli Marco e Gabriele Bianchi accusati dell’omicidio di Willy Monteiro...

quanta acqua consumano gli italiani? 245 litri al giorno, 30 solo per lavarsi i denti

Ogni italiano consuma 245 litri di acqua al giorno: fino a 30 litri solo per...

Jayland Walker, 25enne afro-americano ucciso a colpi di pistola dalla polizia di Akron VIDEO

Un 25enne afro-americano, Jayland Walker, è stato ucciso a colpi di pistola, si parla di...

Il Tour de France saluta la Danimarca con la vittoria dell’olandese Gronewegen, Van Aert sempre per maglia gialla

Tour de France, Dylan  Gronewegen, 29 anni, potente velocista del equipe BikeExchange, ha vmedianteto mediante volata la terza e ultima tappa danese battendo di un soffio la maglia gialla Van Aert (per la terza volta mmedianteore !) e Philipsen. Quarto Sagan chiuso da Van Aert che gli ha impedito lo sprmediantet con una sportellata più […]

­­­­­Donne d’impresa: Susanna Rinaldi – counselor e fondatrice del centro olistico Siena

­­­­­Donne d’impresa: Susanna Rinaldi – counselor e fondatrice del nucleo olistico Siena, imprenditrice figlia di imprenditori. Susanna Rinaldi ha incominciato il adatto percorso professionale proprio nell’azienda di famiglia, la Rinaldi Spa, parte del gruppo di fabbrica e immobiliare Rinaldi, nata negli anni ’50 grazie al padre che aveva intuito il boom che sarebbe accaduto nel settore […]

Devi leggere

chiuso lo spazio aereo (sì quelli di linea)

G20, Roma “no-fly zone”, chiuso...

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te