giovedì, Giugno 30, 2022
MotoriFormula 1: Hamilton vince anche in Spagna ed eguaglia...

Formula 1: Hamilton vince anche in Spagna ed eguaglia Schumi

-

Rome
cielo coperto
24.9 ° C
26.9 °
23.3 °
87 %
2.2kmh
100 %
Gio
32 °
Ven
32 °
Sab
34 °
Dom
35 °
Lun
36 °

Doveva essere diversa: nonostante la pole di Hamilton numero 100. 100 era un numero ricorrente di questo week-end catalano e sembrava poter portare bene anche a Verstappen, quale sua personale statistica in quanto a numero di gare con la maglia Red Bull.

Invece l’azzardo di una strategia differente ha compromesso la prova di Verstappen quando, dopo aver dominato il 90% esatto della giornata sin dal sorpasso su Hamilton alla prima curva, si è ritrovato a subire un sorpasso dall’inglese con gomme più fresche al giro 59. Stesso ordine di arrivo del Portogallo quindi con il campione del mondo in carica primo, per la sesta volta in carriera a Barcellona (come Schumacher senior), secondo Verstappen deluso più che mai, terzo Bottas che, fa ridere dirlo ma è il suo compito, “tiene botta” e impedisce a Ferrari e Red Bull di conquistare il terzo gradino del podio: tant’è che dietro c’è Leclerc, ma non proprio incollato. Un terzo posto per il finlandese che occupa sempre più da “contratto”, sempre più anonimo, sempre più “scontato. Già, Bottas non si vede, non si sente, non si respira proprio nel clima della gara, delle qualifiche, delle prove. Non emerge se non quando c’è da mettere un “tappo”. E così, anche quest’anno, i rischi di “fotocopia” sembrano alti. Tant’è che questo “trio”, già record la settimana scorsa, si trova ormai “abbonato” al podio forse da troppo tempo.

Loading…

Ciò detto, in Portogallo la gara è stata un po’ più saporita, bisogna ammetterlo. Forse un po’ come una birra scura di Dublino contro una weiss anonima. Corposa, speziata, servita con tanta bella schiuma in cima, ma senza bollicine. In Spagna niente: oggi è proprio quel tipo di domenica estremamente noiosa, estremamente banale, estremamente annacquata. Purtroppo anche anonima, perché, come si è imparato alla elementari, cambiando l’ordine dei fattori, il “prodotto” non cambia. Sempre ritmo alto, sicura, giocata più al muretto che in pista. Ma almeno finché c’era Verstappen davanti si poteva immaginare un prosieguo di stagione diverso, con un distacco minimo in campionato e magari un Hamilton più nervoso. Invece no.

Di bello c’è stato solo la partenza. Verstappen si distingue per una manovra da campione nel superare il pole sitter in Mercedes. Lo affianca e lo passa. Un sorpasso al limite ma comunque corretto: Hamilton si è tenuto discosto abbastanza da evitare di forzare la situazione. Roba che un pilota meno maturo avrebbe potuto interpretare diversamente quando, alla prima curva, ti arriva quello più giovane per toglierti la testa della corsa: uno più nervoso, insomma, avrebbe potuto generare un contatto o avrebbe provato una traiettoria diversa che tuttavia avrebbe potuto comportare una perdita di terreno. Da lì in poi, tempo pochi metri e Verstappen prova già a prendere il largo con oltre un secondo e mezzo di distacco, poi due, poi sempre di più, ma non troppo.

Piccoli colpi di scena

Già nei primissimi minuti di gara se ne registrano un paio, ma di bassissimo cabotaggio. Un’avaria per il giovane giapponese di Alpha Tauri, che già si era distinto per criticare il team: a lui un “blocco” della monoposto che non è riuscito neanche a portare fuori pista. Poco dopo, gara rovinata per Giovinazzi, a cui nella prima sosta vengono date le gomme sbagliate, tanto che un meccanico, solo quando è arrivata la macchina sulla piazzola, si è accorto che mancava pressione a una gomma, costringendolo a tornare da solo nel box a recuperarne una forse usata nei giorni precedenti. Scene anche divertenti ma, di sicuro, imbarazzanti e penalizzanti per tutta la squadra. In quei momenti, inoltre, non si può che immaginare quali sensazioni possa provare il pilota: qualcosa che può incidere anche sulla grande flemma di uno calmo come Antonio! Un altro sussulto insomma per l’unico italiano in Formula 1, che aveva appena ripreso un po’ di fiducia per essere entrato nelle Q2 dopo la delusione di Imola, dove era stato invece ostacolato in qualifica e, per questo, si era pesantemente lamentato, dallo scandaloso Mazepin. Il russo, infatti, si conferma la più grande delusione di questo mondiale: oltre che nella vita privata, si è mostrato scorretto in pista con i colleghi e sinora poco capace di portare la macchina intera fino alla fine delle sessioni di prova o della domenica.

Ultime Notizie

Tour de France al via, riflettori su Ganna. Ma l’uomo da battere è sempre Pogacar

Ascolta la versione audio dell'articoloTocchiamo ferro e incrociamo le dita. Sia per il Covid che pende come una spada...

Il rapper R. Kelly condannato a 30 anni per abusi su donne e adescamento di minori

Il cantante R. Kelly è stato condannato da una giuria di New York a 30...

Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro quella tarda serata (ma prima e dopo a 220 euro)

Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro. C’è chi si porta precedente di quasi un anno unitamente la speculazione. Occasione imperdibile: il unitamentecerto di Bruce Springsteen a Ferrara predisposto il 18 maggio 2023. Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro Il tour del Boss accende […]

Covid, nel incarico privato mascherine FFP2, controllo temperatura e smart working: la bozza di aggiornamento

Covid, per fuori della crescita dei contagi, nel lavoro espropriato dovrebbe restare l’uso della mascherine. Lo indica una bozza di aggiornamento delle misure di contrasto al virus sul lavoro dei privati che il comando condividerà con le parti sociali. Covid, nel lavoro espropriato mascherine FFP2, controllo temperatura e smart working Nel testo è previsto l’uso […]

Airbnb ferma la festa: vietati definitivamente i party nelle case in affitto

Finita la festa su Airbnb: lo stop ai party in stabile, introdotto durante la pandemia per schivare assembramenti e contagi, è ora diventato definitivo. Il omone degli affitti lo ha annunciato spiegando che il restrizione ha portato una serie di benefici collaterali per i proprietari di stabile e per la reputazione del sito, tali da […]

Oroscopo domani 1 luglio 2022, montone, Leone, Sagittario e tutti i segni: amore, umore, lavoro tutti i segni

Oroscopo domani 1 luglio 2022 Ariete (21 marzo-21 aprile): occhio a perdere la pace Oroscopo domani Ariete umore unitamente la disarmonia Marte-Plutone, alcuni aspetti del vostro lavoro potrebbero farvi perdere la tolleranza. Attenzione a come reagirete. Anche se potrebbe essere liberatorio esplodere unitamente un collega irritante o perdere la pace nel corso di una riunione, […]

Devi leggere

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te