GeneraleFavola Girmay a Jesi, prima vittoria di un africano...

Favola Girmay a Jesi, prima vittoria di un africano al Giro d’Italia. Bagno di applausi per una pagina sportiva che apre una nuova era. Juan Pedro Lopez sempre leader

-

Rome
cielo sereno
22.7 ° C
23.9 °
21.6 °
95 %
1.5kmh
0 %
Dom
33 °
Lun
35 °
Mar
34 °
Mer
36 °
Gio
31 °

Tappa storica del Giro d’Italia: ha vinto Biniam Girmay, 22 anni, eritreo di Asmara sul traguardo di Jesi. È il primo africano nella storia centenaria della Corsa Rosa. Ha vinto di forza, di intelligenza, con una ferocia agonistica micidiale. Lo applaude, sotto lo striscione dell’arrivo, il fenomeno olandese Van der Poel che riconosce il valore del vincitore, si congratula con Girmay consegnando alle telecamere del mondo una immagine da cineteca, col pollice al cielo, fiero (dirà poi) di essere stato testimone di una pagina sportiva che segna (quasi certamente) l’inizio di una nuova era ciclistica. Van der Poel ha cercato di resistere alla sua lunga volata, ingobbendosi con uno sforzo titanico, a 75 km/h. Niente da fare. La gazzella africana lo ha fulminato con rara eleganza. Tutto il Circus è corso ad abbracciate il talento eritreo facendo da corona alla sua felicità incontenibile. Terzo Albanese. Juan Pedro Lopez ha conservato la maglia rosa.

DAL MARE AI “MURI” DI JESI

La decima tappa, Pescara-Jesi di 196 km, ha presentato due parti distinte: mare ed entroterra. Cento km pianeggianti con un traguardo volante a Civitanova Marche; poi addio all’Adriatico, due GPM di quarta categoria ( Crocette di Montecorsaro e Recanati) e lo sprint di Filottrano. Quindi , a 8 km dal traguardo di Jesi, il terzo muro di giornata a Monsano, borgo collinare dominante il mare. La partenza da Pescara è stata fissata alle 12.30. Al via 166 corridori di 28 Paesi. Ritirati 10 atleti di otto squadre. Due le più colpite: Bardiani (Fiorelli e Zoccarato) e la EF Education-Easypost (Carr e Doull). Due corridori italiani e due britannici. Due ragazzi e due “veterani “. Comunque tutti sotto i trent’anni. Protagonisti di giornata: gli azzurri De Marchi e Bais con il belga di Ostenda Oliver Naesen. A 30 km dalla traguardo se ne va De Marchi, lascia i compagni di fuga (ripresi dal gruppo in 5 km) e tenta l’impresa; resta solo per una decina di km e poi è assorbito dal gruppo.

OMAGGIO A MICHELE SCARPONI

Il Giro d’Italia è passato da Filottrano e ha reso un commosso ricordo ad un corrridore generoso e sempre allegro, tragicamente scomparso (22 aprile 2017), investito da un furgone durante un allenamento vicino a casa: Michele Scarponi, marchigiano doc, scalatore di alto profilo, vincitore del Giro 2011, gregario di lusso di Nibali mattatore del Tour de France 2014 del Giro d’Italia 2016. Un atleta esemplare, gioviale, nel cuore di tutti.

TAPPA N.11, ARRIVO A REGGIO EMILIA (mercoledì 18)

Frazione di 198,1 km da Santarcangelo fino Romagna alla città del Tricolore.tracciato tranquillo (sulla carta). Con passaggi attesi e importanti: Forlì, Imola, Bologna, Carpi, Correggio. È la tappa più lunga.

Ultime Notizie

metà degli italiani teme di restare senza acqua

Emergenza idrica. Quasi la metà degli italiani (46%) teme di restare senza acqua. È quanto...

Formula 1, Gp Inghilterra, domenica 3 luglio, ore 16, dove in tv

Formula 1, Gp d’Inghilterra, domenica thrilling a Silvertone (ore 16).  Ferrari contro tutti. O la va...

Del Vecchio, il testamento: l’impero diviso per otto parti uguali. C’è anche Rocco Basilico

E’ ripartito in parti uguali tra la moglie e i figli, l’assetto societario della Delfin, la cassaforte della famiglia Del Vecchio. Lo rende popolare la stessa Delfin, a seguito dell’apertura delle disposizioni nel testamento di Leonardo Del Vecchio, distrutto lo passato 27 giugno. Sia la moglie, Nicoletta Zampillo Del Vecchio, che i figli, compreso Rocco […]

Vicenza, muore per mountaper bike: non si accorge del filo spperato, vola nel dirupo per 4 metri

Un 63enne di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, è morto in seguito ad una violenta caduta con la sua mountain bike. L’incidente è avvenuto lungo una strada silvestre della Valmaron, nella zona dell’Altopiano di Asiago. Muore in mountain bike: sbalzato per diversi metri dietro schianto su filato spinato L’uomo era in passeggiata insieme […]

Covid, il bollettino di al giorno d’oggi 2 luglio: 84.700 nuovi casi, 63 morti, in aumento ricoveri e terapie intensive

Sono 84.700 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati di al giorno d'oggi 2 luglio del bollettino del governo della salve. Ieri erano stati 86.334. Le vittime sono invece 63, in calo rispetto alle 72 di ieri. Bollettino al giorno d'oggi, tasso di positività al 26% Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici […]

Tour de France ribaltati nella seconda tappa in Danimarca: alloro aJacobsen, Van Aert è la nuova maglia gialla

Ribaltone al Tour de France. L’olandese Fabio Jacobsen, 26 anni, freccia del team Quick Step, ha vinto la seunitamenteda pausa danese del Tour de France unitamente una volata potente, coraggiosa, unitamentevulsa, tattica. A 300 metri dal traguardo era in settima positura. Improvvisamente si è spalancato un corridoio l’ha infilato rifilando una mostruoso gomitata a Sagan. […]

Devi leggere

Molina di Fiemme, il paglierino del cadavere trovato nel bosco: è di un uomo tra i 30 e i 40 anni

I carabperieri di Trento, allo scopo di favorire l’identificazione del corpo per avanzato stato di decomposizione espediente lo scorso 2 maggio nei boschi di Molpera di Fiemme, per Trentpero, hanno diffuso alcune performazioni emerse a seguito dell’autopsia, tra cui la taglia, il colore dei capelli i segni particolari e le fotografie dei capi di ornamenti […]

dolori muscolari, perdita di capelli…

I quattro sintomi nascosti delle...

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te