Generaleera il figlio di Ermenegildo, il fondatore del noto...

era il figlio di Ermenegildo, il fondatore del noto marchio di moda

-

Rome
nubi sparse
31.5 ° C
33.1 °
29.2 °
57 %
2.1kmh
75 %
Sab
34 °
Dom
34 °
Lun
35 °
Mar
36 °
Mer
35 °

E’ morto a 97 anni Angelo Zegna, figlio del fondatore del marchio tessile internazionale e padre dell’attuale Ceo Ermenegildo. L’industriale si è spento a Trivero in provincia di Biella, dove era rientrato a causa delle sue condizioni di salute. Era infatti da tempo residente in Svizzera. Sui funerali la famiglia ha chiesto il più stretto riserbo.

“Era un gigante dell’imprenditoria italiana”

“La morte dell’industriale Angelo Zegna mi addolora molto: con lui va via un gigante dell’imprenditoria italiana e un pezzo di storia biellese. Lo ricorderò sempre con affetto, per la sua competenza e per la lungimiranza imprenditoriale con cui ha fortemente contribuito a costituire l’industria della moda italiana, esportando il nostro Made in Italy nel mondo”. A dirlo è il viceministro dello Sviluppo economico Gilberto Pichetto. 

Chi era Angelo Zegna: gli esordi del gruppo

Il Gruppo Zegna è nato all’inizio del secolo scorso. Venne fondato da Michelangelo (Angelo) Zegna, un orologiaio originario di Trivero in provincia di Belluno. Michelangelo apre una fabbrica tessile nel vicino comune di Flecchia e nel 1910, tre dei dieci figli di Angelo fondano il Lanificio Zegna.

Sin dai primi anni, l’azienda vede al timone Ermenegildo. Fino ai primi anni ’40, a guidare l’azienda c’è anche il fratello Mario. In quelli stessi anni, l’ingegnere Aldo (nato nel 1920) e il dottor Angelo Zegna (nato nel 1924), figli di Ermenegildo, entrano a far parte del Lanificio Ermenegildo Zegna e Figli. Ne prenderanno le redini nel 1966. Aldo e Angelo sono la seconda generazione alla guida dell’azienda: con loro il marchio Ermenegildo Zegna lancia le prime collezioni di prêt-à-porter e passa dal dal tessile alla confezione.

Intorno alla metà degli anni Sessanta, Ermenegildo lascia la gestione completa dell’azienda ai due figli. Angelo comincia a produrre abiti finiti che vengono prodotti nello stabilimento aperto a Novara. Seguiranno altri stabilimento all’estero. In quest’epoca comincia l’esportazione internazionale e viene aperta una specifica unità produttiva in Svizzera. Angelo, a partire da questo momento, dà al marchio un talgio sempre più internazionale.  

Ultime Notizie

84.700 nuovi casi, 63 morti, in aumento ricoveri e terapie intensive

Sono 84.700 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati...

Usa, in Texas entra in vigore la legge che vieta l’aborto e lo punisce col carcere

La corte suprema del Texas ha autorizzato l’entrata in vigore di una legge del 1925...

Covid, aumentano i casi di polmonite con Omicron 5. Pregliasco: Quarta dose fondamentale

Tornano ad aumentare in Italia i casi di polmonite causata dal Covid che richiedono la...

malattie respiratorie, problemi neurologici, cefalea…

Il 24% di bambini e adolescenti che hanno superato la fase acuta del Covid con...

Guerra in Ucraina, testimonianza dal fronte: pensando alla moglie

La guerra in Ucraina, la vita al fronte nella testimonianza raccolta da Antonio Buttazzo. È...

Spazzatura spaziale: 190 milioni di oggetti volanti minacciano i satelliti (e i loro servizi)

Può andare da Londra a Mosca in 10 minuti, volando a 500 chilometri da Terra, può pesare anche meno...

Devi leggere

il primo emendamento non vale?

Julian Assange, nemico pubblico numero...

Skateboarding, lo sport della Generazione Z nei radar dei grandi sponsor

In Italia nel 2021 i tesserati alla Fisr sono complessivamente 8.819 (3.469 atleti agonisti, 5.350 amatori), mentre unicamente nel 2020 erano 3.177

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te