giovedì, Agosto 11, 2022
Generaledopo Si-Verdi, Enrico Letta sigla l'alleanza anche con Luigi...

dopo Si-Verdi, Enrico Letta sigla l’alleanza anche con Luigi Di Maio

-

Rome
cielo coperto
21.5 ° C
22.4 °
20.9 °
96 %
1.1kmh
100 %
Gio
28 °
Ven
31 °
Sab
30 °
Dom
33 °
Lun
28 °

Un pezzettino alla volta, Enrico Letta sta costruendo il fronte di centrosinistra che sfiderà FdI, Lega e Fi al voto del 25 settembre. Le ultime intese sono quella del Pd con Verdi-Sinistra italiana e con Impegno civico, siglate in un due incontri al Nazareno, prima con con Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli e poi con Luigi Di Maio e Bruno Tabacci. Qualche giorno fa, c’era stata quella con Azione.

Letta: “Patti separati nel centrosinistra ma compatibili fra loro”

Si tratta di patti separati, “ma compatibili fra loro”, spiega Letta. Nel senso che il Pd fa da cerniera fra forze che stentano ad andare d’accordo: Azione da una parte, la lista Verdi-Si dall’altra, Di Maio&C da un’altra ancora. E’ una strada fatta di tornanti e salite, ma “necessaria” spiega Letta, perché la legge elettorale impone le alleanze: è l’unico modo per provare a vincere”.

Ci sono anche distinzioni non solo semantiche: quello con Azione è “un patto di governo”, spiega Letta, quello con i Verdi e Sinistra italiana “non lo è”, è “un patto per la Costituzione”, per cercare di sventare il rischio che la destra unita possa conquistare “i 2/3 del Parlamento. Perché a quel punto – sottolinea il segretario Pd – Salvini e Meloni potrebbero da soli stravolgere la Carta”.

D’altronde, “la legge elettorale non prevede l’indicazione del premier né un programma elettorale prima”, ricordano dal Pd. Per Letta è “stata chiusa la partita più complicata”, quella delle alleanze. Ma ancora manca il sigillo definitivo di Carlo Calenda, che adesso è ufficialmente chiamato a una corsa in parallelo con Si-Verdi e Di Maio. Il leader di Azione probabilmente si esprimerà ufficialmente sulle intese siglate dal leader dem solo nelle prossime ore.

Anche se la lettura di quei pochi tweet che scrive è indicativa: “Si vince con una proposta credibile di Governo, molto chiara nel patto firmato con il Pd. Si perde se si aggiunge un patto contraddittorio rispetto al primo con gente che ha sfiduciato Draghi”. Dal Nazareno c’è “la volontà di andare avanti nell’intesa con Azione”. D’altronde con Calenda c’è un feeling maggiore se si guarda all’esperienza Draghi, a cui Verdi e Si si sono invece sempre opposti. Ma con loro, sottolinea Letta, il Pd ha fatto “un grande lavoro sulla sostenibilità ambientale e sociale”. Anche Fratoianni smorza le distanze: “Le differenze non devono diventare un ostacolo alla convergenza. Siamo in campagna per impedire alla destra peggiore di avere la meglio”. Mentre Bonelli prova ad aprire uno spiraglio di dialogo con Calenda, invitandolo a bere un tè: “Magari ribadendo le differenze, ma dialogare fa sempre bene”.

I 5 Stelle e Renzi restano fuori dall’accordo

Restano fuori da ogni accordo i 5 Stelle, “colpevoli” di aver fatto cadere il governo: il Pd e Azione non li vogliono, malgrado le spinte di Sinistra italiana per coinvolgerli. Che la situazione sia articolata lo conferma anche la divisione degli uninominali: il 70% dei seggi spettanti all’accoppiata Pd-Azione andrà al Pd e il 30% ad Azione. Il 20% dei seggi spettanti all’accoppiata fra Pd e Si-Verdi andrà a Si-Verdi e l’80% al Pd.

Con Di Maio il rapporto è: 92% a 8%. In base ai primi calcoli delle segreterie il risultato della orientativo della ripartizione dovrebbe essere: 59% Pd, 24% Azione e 13% Si-Verdi e 4% Di Maio. Sempre in tema seggi, ancora non è chiaro se Di Maio e Tabacci abbiano accolto l’invito a candidarsi nelle liste proporzionali del Pd: “Il ragionamento è in corso”, spiega Letta.

Oltre a quella con il M5s, la giornata segna la rottura definitiva anche fra Pd e Renzi. “Non stupisce che praticamente la totalità degli elettori e dei militanti del Pd abbia maturato un giudizio durissimo, senz’appello, su di lui e sulla sua parabola politica”, dicono dal Nazareno commentando un’intervista del leader di Azione al Corriere. “Noi facciamo politica – è la risposta di Iv – e non viviamo di rancori personali: pensiamo che la strategia di Letta sia un regalo alla Meloni”.

Ultime Notizie

Whatsapp arriva funzione ripensaci. E funzione controllo se ci se diventa reciproca. Abitudini da rifare.

Chissà in quanti la useranno davvero. Cosa? L’equivalente tecnologico del contare fino a 10 prima...

indennizzabili 9 mesi, 10 gioni obbligatorio per il papà

Congedo parentale di maternità e paternità. A partire dal 13 agosto entrano a pieno regime...

Bollettino coronavirus 10 agosto 2022: 31.703 nuovi contagi, 145 morti. Tasso di positività stabile a 15,7%

Sono 31.703 i nuovi casi di coronavirus registrati con Italia nelle ultime 24 ore, secondo il bollettcono di mercoledì 10 agosto 2022. Ieri i contagiati erano stati 43.084. I morti sono 145, con calo riguardo a ai 177 di ieri, con direzione di un totale di 173.571 vittime dall’conizio della pandemia. Con 201.509 tamponi processati, tra antigenici e […]

Ilaria Cucchi e Aboubakar Soumahoro candidati di Verdi e manca Italiana: la sorella di Stefano e il sindacalista degli ultimi

unitamente Ilaria Cucchi, Aboubakar Soumahoro candidato di Verdi e SI. L’attivista sindacale ‘degli ultimi’ Aboubakar Soumahoro e Ilaria Cucchi, sorella di Stefano che ha unitamentedotto la battaglia per la verità sulla sua morte, saranno candidati unitamente Verdi-SI. unitamente Ilaria Cucchi, Aboubakar Soumahoro candidato di Verdi Lo hanno annunciato il impiegato di mano sinistra Italiana, Nicola Fratoianni […]

Benevento, asportato sarcoma al testicolo di oltre 5 kg: grande come un pallone da calcio

Eccezionale intervento chirurgico all’ospedale Sacro Cuore di Gesù di Benevento ove l’equipe di Urologia ha asportato un tumore al testicolo del pesatura di oltre 5 chili e delle “dimensioni di un pallone da calcio” a un 44enne. “Un caso clinico più unico che raro”, si legge nella conosciuta del presidio ospedaliero con riferimento alla massa […]

Angela Celentano dipartita 26 anni fa: la FOTO di come sarebbe oggi diffusa dalla famiglia

evo il 10 agosto del 1996 quando la piccola Angela Celentano, 3 anni appena, scomparve nel zero mentre faceva un pic nic con i genitori sul Monte Faito a Vico Equense (Napoli). In occasione del 26esimo anniversario di quel drammatico giorno, la famiglia ha esteso una fotografia realizzata dagli esperti dell’associazione Missing Angels Org, con […]

Devi leggere

Ikea prende palla, dopo il (bel) passaggio di Ronaldo agli Europei di football

Dopo la querelle tra Ronaldo e Coca Cola alla colloquio pubblicazione di Euro 2021, Ikea lancia la nuova bottiglietta d’acqua “Cristiano” (prima era convocazione Korken). L’azienda svedese è “sempre sul pezzo”, capace cioè di sfruttare una buona campagna di real time marketing.

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te