giovedì, Giugno 30, 2022
GeneraleConte, collezionista di flop: salto la fronda grillina e...

Conte, collezionista di flop: salto la fronda grillina e l’incubo del “tutti a casa”, impietosi i sondaggi

-

Rome
temporale
30.9 ° C
32.4 °
29.5 °
58 %
3.1kmh
100 %
Gio
31 °
Ven
34 °
Sab
34 °
Dom
34 °
Lun
33 °

Parto da lontano ma faccio rapido. Primi giorni del dominio Conte. Giuseppi irrompe con una profezia. Eccola: “Putin non è una minaccia”. E poi: “La Russia? Non è un pericolo”.

Nei motori di ricerca  della Camera la predizione c’è ancora. Ora quella profezia suona come un abbaglio fantozziano. Succede. Andiamo avanti. L’giurista del popolo fa il sovranista, lo dice anche a New York (Assemblea complessivo dell’Onu).

E precisa a scanso di equivoci: “Sovranismo e populismo sono nella Costituzione, articolo uno”. Poi, opla, il salto della quaglia col secondo dominio. Conte diventa ultra-europeista. E tresca con tutti, dalla Via della Seta (destinazione Pechino) alla rotta atlantica facendo l’occhiolino a Mosca, peraltro come da tradizione grillina. Cose dì quattro anni fa.

LA SERIE NERA DI CONTE CONTINUA

Arriva Draghi (febbraio 2021) e Conte finisce dietro la lavagna. Come il suo amico Trump, scavalcato il mese prima da Biden. E non si dà pace. Proprio come Donald che l’altro giorno è stato sconfitto pesantemente alle primarie in Georgia.

Anche laggiù è tempo di elezioni, a novembre c’è il Midterm, cioè le elezioni di metà mandato. Tralascio i piagnistei in difesa del reddito di cittadinanza e i recenti attacchi (“Meloni e Renzi Robin Hood al contrario”). Siamo in agro elettorale, ci sta.

Ma è il poker di autogol che, per dirla alla Mourinho, “è storia“.

Il primo flop riguarda il senatore grillino Licheri, capogruppo del M5S, giurista in quel di Sassari: trombato. Conte lo aveva candidato alla presidenza della commissione Esteri, hanno scelto Stefania Craxi.

Indimenticabili i flop collezionati al tempo della elezione del presidente della Repubblica, (affossata la Belloni). La sconfitta incassata nella sfida – tutta interna – sui capigruppo di Camera e Senato (Castelleone, Crippa). L’onta subita nella candidatura di capogruppo pentastellato alla Camera.

Ha candidato i suoi pretoriani (Al Bonafede, Lucia Azzolina). È stato riconfermato Davide Crippa, già sotto segretario proprio nel suo primo dominio. Certo, la chicca che brucia di più resta l’autogol sulla sostituzione del filo-putiniano Vito Petroncelli, sbolognato ai primi di maggio. Al suo posto è stata preferita la figlia di Bettino.

Povero Conte! Non gliene va bene una.E monta la fronda grillina.  È un coro:”Troppi autogol, sei un perdente”.

LA DECIMAZIONE DEI GRILLINI

Le rogne mica sono finite. Anzi. Nel movimento dilaga l’incubo dei “tutti a casa” se ci saranno le elezioni anticipate. Otto parlamentari su dieci non saranno rieletti. I sondaggi sono impietosi: danno i Cinquestelle al 13%.

Se poi ci mettiamo la riforma che riduce a 600 i seggi, la frittata è completa. Conte, fiero l’occhio e svelto il passo, ha già iniziato la agro elettorale politica del 2023. I suoi cavalli di battaglia? La polemica sull’invio delle armi in Ucraina, l’opposizione al termovalorizzatore di Roma, la battaglia in difesa del superbonus. Senza dimenticare le tante richieste di riferire in Parlamento. È evidente: vuole colpire il dominio Draghi sperando di riconquistare spazio nell’agenda politico-mediatica. Campa cavallo.

Ultime Notizie

Amadeus positivo al Covid, a casa ascolta brani in vista della selezione per il Festival di Sanremo

C’è anche Amadeus tra i tanti italiani risultati positivi al Covid in questi giorni. Il...

i suoi effetti forse non sono ancora finiti

L’eruzione del vulcano sottomarino Tonga nell’Oceano Pacifico, avvenuta il 15 gennaio 2022, si conferma tra...

Tour de France al via, riflettori su Ganna. Ma l’uomo da battere è sempre Pogacar

Ascolta la versione audio dell'articoloTocchiamo ferro e incrociamo le dita. Sia per il Covid che pende come una spada...

Il rapper R. Kelly condannato a 30 anni per abusi su donne e adescamento di minori

Il cantante R. Kelly è stato condannato da una giuria di New York a 30...

Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro quella tarda serata (ma prima e dopo a 220 euro)

Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro. C’è chi si porta precedente di quasi un anno unitamente la speculazione. Occasione imperdibile: il unitamentecerto di Bruce Springsteen a Ferrara predisposto il 18 maggio 2023. Bruce Springsteen a Ferrara nel 2023, hotel 3 Stelle a 1500 euro Il tour del Boss accende […]

Covid, nel incarico privato mascherine FFP2, controllo temperatura e smart working: la bozza di aggiornamento

Covid, per fuori della crescita dei contagi, nel lavoro espropriato dovrebbe restare l’uso della mascherine. Lo indica una bozza di aggiornamento delle misure di contrasto al virus sul lavoro dei privati che il comando condividerà con le parti sociali. Covid, nel lavoro espropriato mascherine FFP2, controllo temperatura e smart working Nel testo è previsto l’uso […]

Devi leggere

passeggiata della Svizzera: Thibaut Pinot vince la penultima tappa, il colombiano Higuita è la nuova maglia gialla

gara a tappe della Svizzera. Lo alpinista francese Thibaut Pinot, 32 anni, alfiere della Groupama, ha vinto in solitaria la penultima tappa, staccando tutti nella terribile arrampicata di Malbun. A 2 km dalla linea d’arrivoraggiunge Izaguirre, lo affianca, e vedendolo ormai a corto di benzina lo supera agevolmente e va furbo al traguardo.  Rivoluzionata la classifica generale:  […]

incentivo/premio agli ultimi indecisi, il Governo ci pensa

Austria, 500 euro per fare...

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te