mercoledì, Giugno 29, 2022
GeneraleBerlinguer (Enrico, non Bianca) quel bellicista pilotato dalla Nato.

Berlinguer (Enrico, non Bianca) quel bellicista pilotato dalla Nato.

-

Rome
cielo coperto
21.4 ° C
22.4 °
20.9 °
97 %
1.5kmh
98 %
Mer
32 °
Gio
31 °
Ven
26 °
Sab
31 °
Dom
35 °

Enrico Berlinguer è, nel pantheon della sinistra italiana, indiscusso santo laico. Berlinguer è la nostalgia per un’età dell’oro del socialismo e del comunismo, prima che quest’ultimo fosse svergognato dalla Storia e il primo fosse costretto a infinite revisioni di se stesso. Berlinguer è nella sinistra italiana il nome che evoca la praticabilità di una illusione persistente: quella che il contrasto politico sociale possa definirsi come lotta tra onesti e non. Di qui la trasformazione della sinistra in movimento per la (presunta) superiorità morale e quindi inevitabilmente lo scivolare verso la Repubblica dei Magistrati (vagheggiata) e, stazione finale, il populismo della gente (buona) contro potere (cattivo).

Insomma, il populismo di sinistra. Da cui Enrico Berlinguer era lontanissimo ma che spesso viene praticato invocando, invano, il nome di Berlinguer. Berlinguer, nome che spesso appare sulla bocca di comunisti che si vogliono ancora tali e ancor più appare sulla bocca di chi si vuole progressista, ecologista e (ovviamente) pacifista senza se e senza ma. Per tutti loro una notizia tutt’altro che inedita: Enrico Berlinguer pubblicamente e chiaramente disse che Nato equivale a sicurezza. Con una feroce nemesi storia nel tal-show della figlia una posizione così sarebbe definita, senza se e senza ma, bellicista e pilotata dalla Nato.

Più sicuri sotto l’ombrello della Nato

Una provocazione di Zelensky, una provocazione che ha indotto Putin ad invadere? Sono stati e sono gli incauti e bellicisti ultimi arrivati finlandesi e svedesi? Oppure quei notori estremisti anti russi dei polacchi, lituani, estoni, lettoni? O i guerrafondai anglosassoni al governo a Londra e Washington? O i riarmisti incalliti di Francia o al riarmo freschi convertiti di Germania? Chi è stato a dirla questa che si sta più al sicuro sotto l’ombrello militare della Nato? Nessuno di questi, a dirlo e a pensarlo e a valutarlo è stato Enrico Berlinguer, segretario allora del Partito comunista italiano. E non oggi, parecchio tempo fa. Molto prima dell’invasione russa dell’Ucraina. Un giudizio meditato ed espresso tanti, già tanti anni fa quello di Enrico Berlinguer: meglio, molto meglio stare nella Nato.

Berlinguer non aveva studiato Orsini…

Enrico Berlinguer non aveva avuto l’opportunità di studiare sui testi del prof. Orsini, non aveva l’ampia visione storica-strategica di Giuseppe Conte, non aveva il pragmatismo ruspante di Matteo Salvini. Che ne sapeva Berlinguer? Qualcosa doveva saperne, anche direttamente: i russi allora sovietici gli organizzarono un attentato in Bulgaria. I russi allora sovietici erano sicuramente preoccupati, anzi provocati, da questo agit-prop della Nato di nome Enrico Berlinguer.

Berlinguer e la democrazia liberale

Cosa per Enrico Berlinguer era più al sicuro sotto l’ombrello militare della Nato? Qualcosa che per Enrico Berlinguer non era il nemico, la fonte di ogni male, il bersaglio di ogni avversione, rifiuto e disgusto: la democrazia liberale. Enrico Berlinguer la democrazia liberale non la voleva abbattere e cancellare. Al contrario, la voleva difendere, anche con la protezione militare della Nato. Enrico Berlinguer la democrazia liberale se la voleva tenere. Niente meno che depurata dal capitalismo ma la democrazia liberale Enrico Berlinguer se la voleva tenere. Depurata dal capitalismo…ingenuo e incongruo programma. Ma se la voleva tenere e sapeva che la Nato la proteggeva, proteggeva il sistema politico della libertà e delle libertà. Enrico Berlinguer, cui oggi i pacifisti senza se e senza ma, i disarmisti che mai chiedono alla Russia di disarmare, gli anti Nato e gli Usa non hanno gli stessi interessi nostri affibbierebbero l’epiteto di bellicista pupazzo della Nato. Perché, diversamente da Berlinguer, la democrazia liberale o non sanno cosa sia o la soffrono o la schifano.

Ultime Notizie

arrivano gli artificieri, rallentamenti al traffico

Sospetto pacco bomba all’Agenzia delle Entrate di Pesaro. L’allarme è scattato la mattina di mercoledì...

Superbonus 110%, alt del governo ad una proroga. Ma si strappata sulle cessioni dei crediti d’imposta

Superbonus 110%, il governo dice no a qualsiasi ipotesi di dilazionare l’incentivo: non vi sarebbe infatti la disponibilità a mettere in agro ulteriori risorse. E’ quanto emerso nel corso della riunione tra la maggior parte e l’esecutivo in corso alla Camera. Superbonus 110%: il nodo della cessione del credito d’imposta Vi sarebbe però la disponibilità a […]

Svezia e Finlandia nella Nato, la Turchia ritira il veto dopo il istruzione contro il Pkk

La Turchia ha ritirato il veto verso l’ingresso nella sorto di Svezia e Finlandia. I tre Paesi hanno firmato un promemoria d’intesa. Lo riferisce l’agenzia turca Anadolu.  sorto, sì della Turchia all’ingresso di Svezia e Finlandia La Turchia “ha avuto quello che chiedeva” dai colloqui con Svezia e Finlandia sulla loro adesione alla sorto, ha […]

Nek chi è: età, dove e quando è derivato, vero nome, Patrizia Vacondio, figli, vita privata, incidente, Instagram, carriera

Nek arriva in tv questa sera con “Dalla percorso al palco”. Il nuovo show che pezzo stasera, andrà in onda attraverso 4 puntate su Rai 2 a partire dalle 21,20. Lo show è nato da un’idea originale di Carlo Conti. E’ una forma di inedito “festival” in cui la Rai offre a cantanti, musicisti e […]

Epstein, Ghislaine Maxwell condannata a 20 anni a causa di il giro di minorenni abusate dal finanziere

Ghislacone Maxwell, ex compagna di Jeffrey Epstecon, è stata condannata a 20 anni dopo che una giuria di New York l’ha ritenuta colpevole di aver adescato e trattato mconorenni affconché fossero sessualmente abusate dal fconanziere Epstecon, suicidatosi con cella mentre attendeva un processo a causa di la stessa vicenda. L’accusa aveva chiesto una afflizione tra 30 e […]

stop auto diesel e benzina entro il 2035

L’intesa è arrivata in piena notte: i ministri Ue dell’Ambiente, riuniti a Lussemburgo, hanno trovato...

Devi leggere

A Torino vince Yates Carapaz è rosa. Ma Nibali e Pozzovivo fanno spettacolo

Nibali è ottavo a 3 minuti dalla rosa. Qualcosa...

17 febbraio festa del gatto, che fa anche bene alla salute: allontana stress, malumore e solitudine

Il 17 febbraio si celebra la festa internazionale del...

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te