Allerta maltempo giovedì 25 novembre, le zone a rischio e le previsioni per i prossimi giorni

0
13
Allerta maltempo giovedì 25 novembre

Torna il maltempo sull’Italia giovedì 25 novembre, per questo il dipartimento di Protezione Civile ha emesso allerte meteo gialle e arancioni su diversi settori della Penisola. Domani infatti un fronte perturbato scatenerà tutta la sua violenza su gran parte d’Italia con piogge diffuse. In giornata sono attesi nubifragi con rischio idrogeologico su Lazio, Sicilia, Calabria e poi Puglia.

Allerta meteo domani in Calabria e scuole chiuse

Secondo le previsioni meteo di giovedì 25 novembre, il tempo sarà altamente instabile al Sud. Prevista infatti sulla Calabria un’allerta meteo arancione per rischio idraulico, per rischio temporali e idrogeologico.

A causa del maltempo, il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado statali e paritarie della città. Compresi nel provvedimento anche i servizi educativi per l’infanzia e per la scuola dell’infanzia pubblici e privati, asili nido pubblici e privati e ludoteche. Le chiusure sono state adottate in via cautelare in seguito all’emissione dell’allerta meteo su tutta l’area calabrese.

Maltempo sull’Italia, le altre zone a rischio

Allerta gialla per rischio idraulico, temporali e idrogeologico su altre dieci regioni. Interessate Lazio, Sicilia, Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise, Toscana, Umbria, Puglia e Sicilia.

Dalla mattinata di giovedì i fenomeni infatti si estenderanno anche in Basilicata, specie aree ioniche, alla Puglia e anche ai settori occidentali di Abruzzo e Molise. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e locali forti raffiche di vento.

L’allerta meteo prevede, inoltre, dal primo pomeriggio di domani, venti di burrasca sud-orientali, con raffiche di burrasca forte, su Calabria, Basilicata e Puglia, e possibili mareggiate lungo le coste esposte. Valutata per domani allerta arancione su buona parte della Calabria e allerta gialla su quasi tutto il centro-sud, dalla Toscana alla Sicilia.

Le previsioni meteo per i prossimi giorni

Venerdì un vortice ciclonico attivo sulla Spagna invierà altri intensi corpi perturbati che colpiranno con forza le regioni tirreniche, soprattutto il Lazio e la Campania dove si abbatteranno nubifragi e ci saranno intense mareggiate lungo le coste. Il maltempo interesserà anche la Sardegna e l’arco alpino dove la neve scenderà di quota e fin sopra gli 800 metri.

Nel weekend il primo affondo invernale: aria via via più fredda farà il suo ingresso sull’Italia, continuerà a piovere sulle regioni tirreniche, insistentemente sulla Campania, ma si dovrà fare attenzione alla neve. I fiocchi cadranno copiosi sui rilievi alpini a quote prossime ai 6-800 metri e anche su Appennini e in Sardegna la neve cadrà diffusa sopra gli 800 metri. In questo generale contesto le temperature sono previste in generale diminuzione su tutte le regioni con valori che al Nord andranno sotto la media anche di 10°C.