BikeA Hindley la corsa rosa, Sobrero primo nella cronometro

A Hindley la corsa rosa, Sobrero primo nella cronometro

-

Rome
cielo sereno
28.3 ° C
31.3 °
24.2 °
74 %
1.5kmh
0 %
Dom
32 °
Lun
36 °
Mar
36 °
Mer
36 °
Gio
37 °

Nibali, a un passo dal podio

Il quarto, che non sta  sul podio ma è come se ci fosse per popolarità, è Vincenzo Nibali, 37 anni, all’ultimo suo Giro d’’Italia, salvo naturalmente contrordini. Il siciliano, con una crono onesta  (16’21”) riesce a mantenere la quarta posizione. Dice di essere stanco, che chiuderà la carriera quest’anno, ma lascia aperta un’ultima speranza.

«È stata un’emozione grandissima. Sono felice d’aver concluso un Giro così duro. Saluto tutti i miei tifosi che con affetto mi sono sempre stati vicini. Se cambierò idea? No, in questo momento non ci ripenso… resterò concentrato fino al Giro di Lombardia…»  Un addio? Un arrivederci? Difficile dirlo. Di solito però Nibali non cambia idea.  

Cinque vittorie di tappa per gli italiani

Tornando alla cronometro, ecco un’altra buona notizia in chiave tricolore. Il vincitore è Matteo Sobrero che alla media 46,6 km/h è il più veloce davanti a Thmen Arensman  (+22”) e Mathieu Van Der Poel (+39”). Un bel successo quello di Sobrero che porta a cinque il numero totale di vittorie italiane a questo Giro. Per come eravamo partiti, non è andata neppure male. Siamo usciti nell’ultima settimana. Meglio tardi che mai. 

Bene, allora, Con Jai Hindely, 26 anni di Perth, abbiamo il primo corridore australiano capace di portarsi a casa la maglia rosa. Al Giro d’Italia, nella sua lunga storia (1909 la prima edizione) non era mai successo. E’ un segno dei tempi, di un ciclismo sempre più globalizzato che ormai parla quasi sempre inglese. 

Al Tour de France era già avvenuto che un canguro saltasse sul podio. Nel  2011 con Cadel Evans, vero faro e apripista del ciclismo australiano. Hindley però si è fatto le ossa gareggiando in Italia. E la sua guida in ammiraglia è Enrico Gasparotto, figlio di un’altra zona, il Friuli, ricca di talenti ciclistici. 

Ultime Notizie

Per Sainz la prima vittoria in carriera a Silverstone, in una domenica pericolosa e movimentata come poche

La sicurezza e i rischi corsiSilverstone ha visto un brutto incidente al via della gara di Formula 1, che...

casi a Londra. Sintomi e come riconoscere la malattia

Tubercolosi, grande paura di un grande ritorno. L’allarme parte da Londra ma Brexit non isola...

Assange non deve essere estradato, a Londra si gioca la democrazia

Assange non è solo, è in gioco la democrazia, avverte Vincenzo Vita in questo articolo...

Farmaco che affama le cellule tumorali forse svolta nella cura del tumore al cervello

Un farmaco che affama le cellule tumorali potrebbe essere, dopo venti anni, la prima svolta...

Polio nel Regno Unito, si temono contagi dalle acque reflue: ignorato il primo focolaio

Nel Regno Unito c’è la preoccupazione che la polio si stia diffondendo in tutto il...

“Il ciclismo di oggi è più stressante ma Pogacar può vincere 6 Tour”

Miguel Indurain, Ambassador Enervit, correrà la sfacchinata delle Dolomiti del 3 luglio insieme ad più in avanti 8milla appassionati di ciclismo, che misureranno le loro forze e le loro ambizioni sui tornanti delle montagne rosa

Devi leggere

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te