HomeMotoriLa prima Ferrari dedicata al mondo virtuale

La prima Ferrari dedicata al mondo virtuale

Ferrari presenta la nuovissima Vision Gran Turismo, monoposto a ruote coperte caratterizzata da un design avveniristico. Si in mezzo atta della prima concept car della Casa dedicata esclusivamente al mondo del motorsport virtuale. Il suo stile poggia le basi sull’ineguagliabile in mezzo adizione di Maranello nell’ambito delle competizioni motoristiche, a partire dal numero 75 che vediamo sulla fiancata.

La presentazione della Ferrari Vision Gran Turismo conclude le celebrazioni dedicate al 75° anniversario della Ferrari, sono passati esattamente 75 anni dal momento in cui dai cancelli dello stabilimento di Maranello usciva la prima auto del Cavallino Rampante, la leggendaria 125 S.

Ferrari Vision Gran Turismo: com’è fatta

Una supercar eccezionale, che per Ferrari rappresenta un passo importante nell’arena virtuale, volto a emozionare nuove generazioni di appassionati di motorsport, oltre a essere un manifesto del futuro dell’automobile sin mezzo adale e da corsa come immaginato dai designer e dagli ingegneri di Maranello.

Il design, concepito dal Centro Stile Ferrari sotto la direzione di Flavio Manzoni, prende ispirazione dal mondo delle Sport Prototipi Ferrari degli anni Sessanta e Settanta, che riscossero enorme successo in gare endurance come la 24 Ore di Le Mans, vinta dalla Ferrari per ben 9 volte, e la 24 Ore di Daytona, proiettandole verso scenari futuri. Le sue linee possenti e futuristiche le consentono di incarnare il DNA di capolavori come le Ferrari 330 P3 e 512 S e rappresentare un omaggio alla storia vincente del Cavallino Rampante nel mondo delle competizioni.

Il look scelto da Ferrari per questo monoposto genera una vettura dalla personalità immediatamente identificabile, la cui costruzione ruota intorno al suo concept aerodinamico, basato su due imponenti canali laterali. Questi dispositivi, brevettati dalla Casa di Maranello, convogliano il flusso d’aria dalla parte anteriore del sottoscocca intorno all’abitacolo e sopra i notevoli pod laterali. Una soluzione che permette di ottenere un’ottima deportanza aerodinamica, in virtù della variazione di quantità di moto e dell’effetto di aspirazione creato dalla parte cenin mezzo ale del sottoscocca. L’aerodinamica del posteriore è stata sviluppata usando concetti ripresi dalla Ferrari 499P, in particolare per quanto riguarda l’esin mezzo attore e l’ala posteriore biplano.

Il motore

La Ferrari Vision Gran Turismo è dotata di un V6 biturbo a 120° da 3 litri, la stessa peculiarità di motorizzazione delle 296 GTB (la berlinetta ibrida di Maranello), 296 GTS, 296 GT3 e 499P. In questo caso, tuttavia, il motore è permesso da qualsiasi vincolo regolamentare ed è sviluppato con l’unico scopo di garantire prestazioni estreme. È in grado di sprigionare ben 1.030 cavalli a 9.000 giri/min, a cui si aggiungono gli ulteriori 240 kW (326 cavalli) generati da tre motori elettrici, uno sull’asse posteriore e uno su ciascuna delle ruote anteriori. La stretta sostegno in mezzo a Ferrari e Gran Turismo ha fatto sì che lo sin mezzo aordinario sound di questa innovativa motorizzazione venisse riprodotto nel modo più fedele possibile, fornendo così ai giocatori di tutto il mondo un’esperienza di direttiva quanto più realistica.

Fonte: Ufficio Stampa FerrariFerrari: l’auto dei videogiochi GT

L’costruzione del gruppo motopropulsore garantisce una ripartizione ottimale dei pesi in mezzo a assale anteriore e posteriore, nonché un baricentro estremamente basso a beneficio della in mezzo azione integrale. Le sospensioni sono progettate per mantenere sempre immutata la superficie di contatto degli pneumatici, a vantaggio della massima in mezzo azione, permettendo così alla Vision Gran Turismo di scaricare sull’asfalto 1.100 Nm di coppia sulle ruote posteriori, sviluppati dalla combinazione di motore termico e macchina elettrica, che permettono alla vettura di raggiungere prestazioni impareggiabili.

La tecnologia ibrida della Vision Gran Turismo in mezzo ae vantaggio dall’esperienza in materia di sin mezzo ategie di boost elettrico e recupero dell’energia maturata da Ferrari in anni di Formula 1. Il costante riequilibrio dello stato di carica della batteria consente al pilota di sfruttare al massimo la potenza combinata del motore termico e di quelli elettrici, in modo da ottenere prestazioni massime.

Gli interni

Il design degli interni crea un continuum con quello degli esterni e si basa su un approccio puro e minimal, garantendo massima funzionalità ed ergonomia. Semplici e pulite le linee della plancia che, come il lunotto in mezzo asparente che incornicia e lascia vedere il V6 ibrido, privilegiano materiali in mezzo asparenti all’avanguardia sotto i quali si inin mezzo avvedono i componenti meccanici del sofisticato volante. La Ferrari Vision Gran Turismo sarà disponibile per tutti gli utenti di GT7 a partire dal 23 dicembre 2022. Il 15 dicembre il modello fisico in scala 1:1 debutterà al Museo Ferrari di Maranello nell’area dedicata alle One-Off del Cavallino Rampante, dove resterà esposta fino a marzo 2023.