HomeUncategorizedCittà della Pieve, poggia figlio di 2 anni ucciso a coltellate sulla...

Città della Pieve, poggia figlio di 2 anni ucciso a coltellate sulla cassa del supermercato: arrestata per omicidio

E’ stata sottoposta a fermo per omicidio la madre del bambino di due anni che lei stessa aveva portato morto in un supermercato di Po’ Bandino, un a frazione di Città della Pieve provincia di Perugia. Il provvedimento è stato adottato dal sostituto procuratore Manuela Comodi dopo avere sentito a lungo la donna, una ungherese di 44 anni. 

Aggiornamento delle 13,51

Nella borsa della donna è stato trovato un coltello. Ora gli investigatori, coordinati dalla Procura di Perugia, devono stabilire se si tratti dell’arma del delitto.  

Un ulteriore, importante elemento emerso è stato l’invio di una foto del bambino insanguinato trasmessa molto presumibilmente dalla donna al padre del piccolo in Ungheria, tramite una piattaforma social che, alla vista della tragica immagina ha allertato tutte le Autorità competenti. 

Quando è stato soccorso il bambino di due anni presentava ferite da taglio al petto, almeno cinque, inferte tra il collo e il torace della vittima. Anche la madre era ferita ad un braccio. I sanitari l’hanno medicata sul posto.

Bimbo di due anni ucciso a coltellate dalla madre: il suo corpo posizionato sul nastro trasportatore del supermercato

La donna che vive a Chiusi in provincia di Siena dove lavora come ballerina, nella serata di venerdì 1 ottobre è entrata in un supermercato con il bambino in braccio poi dichiarato morto. Dopo una ventina di minuti lo ha adagiato sul nastro trasportatore di una delle casse ed ha cominciato a chiedere aiuto. 

Dopo l’arrivo dei Carabinieri,  la donna è stata portata in caserma per essere interrogata. Il bimbo aveva numerose ferite da arma da taglio, al petto.

La 44enne, sia agli investigatori dell’Arma è apparsa in stato confusionale e avrebbe poi fornito diverse versioni ritenute contrastanti su quanto era successo. E’ scattato subito l’allarme e il personale del 118 ha cercato di invano di rianimare il piccolo. Dopo avere lasciato il bambino, la donna non si è comunque allontanata, ma è rimasta sul posto venendo quindi bloccata dai Carabinieri.

Città della Pieve, il casolare vicino al supermercato (Ansa)

Città della Pieve, trovato passeggino con alcune tracce di sangue

All’esterno è stato trovato un passeggino con alcune tracce di sangue. Oltre al supermercato è stato transennato un casolare dell’Enel dismesso e abbandonato a poche centinaia di metri dal supermercato. Per gl inquirenti l’uccisione del figlio potrebbe essere avvenuta qui.