HomeUncategorizedScuola, circa 138mila tra docenti e personale ancora non vaccinato. Lazio e...

Scuola, circa 138mila tra docenti e personale ancora non vaccinato. Lazio e Abruzzo al 97%, Calabria maglia nera

Sono circa il 10% i docenti e gli altri lavoratori della scuola ancora in attesa della prima dose di vaccino, quasi 80mila in meno rispetto ad un mese fa, quando erano oltre 220mila. E’ quanto si evince dal report settimanale (aggiornato al 27 agosto) del Governo.

Aggiornamento ore 17:08.

Scuola e vaccini, i numeri in Italia

I docenti e il personale che hanno fatto la prima dose sono l’87,41% (1.266.800), ai quali si aggiungono 43.953 persone (90,45%) che hanno fatto il vaccino monodose. In totale il personale della scuola completamente vaccinato ammonta a 1.221.536 (84,29%).

Ma permangono situazioni molto diverse a livello regionale: si va, ad esempio, dal Lazio e dall’Abruzzo che hanno oltre il 97% di personale con almeno una dose fatta, ai fanalini di coda di Bolzano (provincia) con il 36,09% che non ha fatto neanche la prima dose, Sardegna (32,68%) e Calabria (29,80%). Continua, invece, la ‘corsa’ dei ragazzi a vaccinarsi: ormai quasi il 60% degli under 19 ha fatto almeno la prima dose e anche i ventenni proseguono a buon ritmo con il 76% che è parzialmente vaccinato, percentuale superiore sia a quella dei trentenni (71,5) che a quella dei quarantenni (75%). 

Scuola, in Toscana 9 docenti senza Green pass non ammessi

Nove docenti in Toscana non in possesso di Green pass non sono stati ammessi a scuola alla riapertura. È quanto si apprende dall’Ufficio scolastico regionale. Costanza Margiotta, che fa parte del Comitato nazionale di Priorità alla scuola, intanto sottolineato come “negli istituti il problema non sia soltanto il Green pass, ma ad esempio le classi pollaio, su cui non c’è attenzione. Il nostro movimento – ha detto – ha sempre rilevato la contraddittorietà di una misura come il Green pass imposta a una categoria di soggetti, il personale scolastico, che si è vaccinata oltre il 90%. Noi peraltro abbiamo chiesto che i docenti fossero i primi a essere vaccinati e la comunità ha risposto benissimo a questa richiesta. Noi siamo sempre stati a favore dei vaccini e preciso che all’interno di Priorità alla scuola non ci sono no vax: abbiamo soltanto, e lo ripeto, evidenziato la contraddittorietà del Green pass”. “E – ha concluso – c’è il problema dei trasporti, che rimane il grande buco nero visto che agli autisti non è richiesto il Green pass. Noi siamo pronti a manifestare per tutte queste problematiche, il 20 settembre in tutta Italia”.