HomeUncategorizedObbligo vaginale la gaffe nel giorno del ritorno di Pomeriggio 5

Obbligo vaginale la gaffe nel giorno del ritorno di Pomeriggio 5

Barbara D’Urso: “Obbligo vaginale”, la gaffe nel giorno del ritorno di Pomeriggio 5. I commenti sulla trasmissione televisiva di Mediaset sono diventati subito virali su Twitter all’hashtag #Pomeriggio5. Ma poco dopo, anche la D’Urso è diventata virale sul social network per la clamorosa gaffe: “Obbligo vaginale” (ovviamente voleva parlare della proposta di obbligo vaccinale…).

La conduttrice televisiva si è scusata per la sua gaffe dicendo: “E’ capitato anche ai più grandi conduttori tv, non poteva non capitare anche a me…”.

Barbara D’Urso e “l’obbligo vaginale”, prima di lei i no vax…

Questa gaffe non è nemmeno nuova. Infatti erano già caduti su questa buccia di banana sia il politico Zaia che altri personaggi televisivi. Non solo, il termine “obbligo vaginale” è utilizzato diffusamente anche dai no vax in segno di scherno contro la proposta di Draghi di rendere ufficiale l’obbligo vaccinale per tutta la popolazione italiana. 

Barbara D’Urso e “l’obbligo vaginale” durante Pomeriggio 5 

Ed infatti la D’Urso stava affrontando l’argomento per parlare proprio di questo. La sua trasmissione parla sia di attualità che di gossip televisivo. Questa gaffe è andata in onda proprio mentre parlava di questo tema scottante, cioè della proposta di estendere l’obbligo vaccinale all’intera popolazione italiana.

Proposta non condivisa da alcune forze politiche e dai no vax che parlano addirittura di ‘dittatura sanitaria‘. Queste persone sono sia no vax che no Green Pass (anche se il passaporto verde può essere ottenuto anche tramite tampone negativo).