HomeUncategorizedMino Rombolà del Chiringuito si fa inseguire dalla polizia per far vedere...

Mino Rombolà del Chiringuito si fa inseguire dalla polizia per far vedere alla ragazza come si scappa

La spiegazione quando è stato fermato forse è ancora più surreale di tutta la storia: protagonista è Cosmo Rombolà, ma tutti lo chiamano Mino. E’ il titolare del bar Chiringuito, quasi un’istituzione a Milano in piazza Risorgimento. All’alba di martedì sulla sua Audi Q7 con accanto una ragazza comincia a correre e non si ferma all’alt che la volante della polizia gli aveva dato alle 5.15 di martedì notte, lungo corso XXII Marzo a Milano.

Mino Rombolà e la corsa fino a Lodi

Ha imboccato viale Forlanini e poi la Tangenziale Est, con la pattuglia alle costole. Al casello di Melegnano ha sfondato la barriera e ha proseguito, lanciandosi sull’A1. Solo all’altezza di Lodi, grazie anche all’intervento della Stradale di Piacenza, Rombolà è stato bloccato. 

Perché questa folle corsa a tutta velocità?

Quando i poliziotti gli hanno chiesto i documenti, ha dato la surreale giustificazione: “Una bravata, volevo far vedere alla ragazza come si scappa dalla polizia”. Una giornataccia, se pensiamo che anche il Chiringuito è temporaneamente chiuso per una serie di denunce e interventi per risse e aggressioni tra ubriachi nei pressi del locale.