HomeUncategorizedLa Polizia Postale indaga sui reati commessi dai No Vax nei gruppi...

La Polizia Postale indaga sui reati commessi dai No Vax nei gruppi Telegram

La Polizia Postale indaga sui reati commessi dai No Vax nei gruppi Telegram. La Polizia Postale sta monitorando in queste ore i canali Telegram legati in particolare ad ambienti dei ‘No Vax’. In questi gruppi si verificherebbe una diffusione illegale di contatti privati. 

La Polizia Postale indaga contro la diffusione illegale di contatti privati nei gruppi Telegram dei No Vax

L’obiettivo è quello di vigilare contro la diffusione illegale di contatti privati di persone finite nel mirino di alcuni gruppi, oltre a identificare i responsabili di minacce ed eventuali episodi che possano profilare il reato di istigazione a delinquere.

No Vax protestano contro il Green Pass in un ateneo di Trieste 

Una protesta contro il Green pass e “contro l’obbligo vaccinale” è stata organizzata   all’ateneo di Trieste su iniziativa del candidato sindaco Ugo Rossi.

Dopo il ritrovo davanti all’ingresso dell’edificio principale, il gruppo di manifestanti – a quanto si apprende una ventina di persone – è entrato in corteo, senza esibire il Green pass, nei locali dell’università, suonando tamburi e corna.

Tra di loro, alcuni non indossavano la mascherina. Sul posto anche le forze dell’ordine. Il rettore Roberto Di Lenarda, informa l’ateneo, ha ricevuto uno studente, presente nella delegazione, per un confronto “pacifico”. La protesta, cominciata nella tarda mattinata, è durata circa un’ora.