HomeUncategorizedpronti a colpire a Ferragosto

pronti a colpire a Ferragosto

Incendi, un terzo boschi europei arsi italiano. L’Italia strappa alla Grecia il primato del Paese Ue più colpito dai roghi. Dal 1 gennaio al 14 agosto 2021 è andata in fumo una superficie di 120.166 ettari, grande quasi quanto la città di Roma.

Incendi, un terzo boschi europei arsi italiano

In Grecia quest’anno, fino a oggi, le fiamme hanno avvolto un’area di 116.365 ettari. I dati sono forniti dall’European Forest Fire Information System (Effis) della Commissione europea.

Sono in Italia oltre un terzo dei boschi bruciati nell’intera Unione europea, pari finora a 358.024 ettari. E la Penisola mantiene il primato Ue anche per il numero di incendi divampati.

Quelli di grandi dimensioni, cioè oltre i 30 ettari di estensione, sono 472. Seconda è la Spagna con 228. Anche in questo caso, l’Italia rappresenta oltre un terzo di tutti i roghi dell’Ue, pari a 1.327.

Noto, arrestati due allevatori padre e figlio: programmavano incendio a Ferragosto

I carabinieri della compagnia di Noto hanno arrestato due allevatori di Buccheri, in provincia di Siracusa, con l’accusa di incendio boschivo. I due, padre e figlio di 60 e 27 anni, sono ritenuti responsabili di alcuni dei roghi che hanno devastato le campagne intorno a Buccheri nel mese di luglio.

Secondo quanto ricostruito nel corso dell’indagine dell’Arma, sotto la direzione della Procura di Siracusa, i due allevatori in almeno due occasioni avrebbero appiccato incendi.

L’obiettivo era di ampliare le terre di pascolo per il proprio bestiame e risparmiare sulle spese per l’acquisto del foraggio. L’azione dei due, originari della provincia di Catania ma titolari di un’azienda con sede a Buccheri, è stata ricostruita grazie a pedinamenti e intercettazioni.

Proprio in alcune di queste conversazioni tra padre e figlio, gli investigatori avrebbero registrato l’intenzione di due di appiccare un grosso incendio nel giorno di Ferragosto.

I militari dell’Arma, su disposizione della Procura di Siracusa, hanno trasferito i due uomini nella casa circondariale di Siracusa. Nel corso delle perquisizioni effettuate in alcune zone rurali ritenute di interesse dai fermati, sono stati trovati due fucili e 200 cartucce di vario calibro mentre nell’auto dei due è stata trovata una tanica di gasolio.

Vasto incendio a Forio d’Ischia

Un vasto incendio, ieri sera, verso le ore 23, si è sviluppato, per cause in corso di accertamento, a Forio d’Ischia: danni a casali e cabine elettriche e telefoniche ma nessun ferito.

Le fiamme, che hanno coinvolto parte della montagna dell’isola, hanno interessato un’area di macchia mediterranea e boschiva di circa 30 ettari.

Danni ad alcuni casali di campagna, una cabina elettrica e telefonica hanno subito danni e c’è stata un’esplosione di alcune bombole di gas. Sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Forio, il Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ischia, la Protezione Civile e i Vigili del Fuoco di Ischia. Nessun ferito. L’incendio è stato spento.

Incendio a Orbacciano, Camaiore (Lu)

Un incendio boschivo, in corso dalle 13, sta interessando la località Orbicciano, nel Comune di Camaiore (Lucca). Le fiamme si stanno propagando rapidamente in un bosco misto e sono 4 gli ettari bruciati finora. Al lavoro tre elicotteri anticendio regionali ed è in arrivo anche un Canadair della Protezione civile.