HomeUncategorizedKylian Mbappé al Real Madrid, ma l'anno prossimo (con Haaland). Cristiano Ronaldo...

Kylian Mbappé al Real Madrid, ma l’anno prossimo (con Haaland). Cristiano Ronaldo nervoso, “troppe chiacchiere”

Kylian Mbappé al Real Madrid, ma l’anno prossimo. Kylian Mbappé dovrà rinunciare quest’anno al Real Madrid. Ma l’anno prossimo potrà impedirgli di coronare il suo sogno. Ha comunicato ai compagni del PSG la sua decisione dopo l’incontro con Al-Khelaifi: il suo principale obiettivo resta quello di essere padrone di casa al Bernabeu.

Kylian Mbappé al Real Madrid, ma l’anno prossimo con Haaland

Ma non sarà solo: nella capitale spagnola torna d’attualità il nome di Erling Haaland. Florentino Perez sogna di mettere insieme i due attaccanti per la stagione 2022/2023.

Resta più che mai il tormentone Cristiano Ronaldo: rimane o va, con fuochi d’artificio negli ultimi giorni di mercato? Il dilemma rimane con tutti i contorni che si convengono quando in ballo c’è una star internazionale.

Il tormentone Cristiano Ronaldo, va o resta?

Resta più che mai il tormentone Cristiano Ronaldo: rimane o va, con fuochi d’artificio negli ultimi giorni di mercato? Il dilemma rimane con tutti i contorni che si convengono quando in ballo c’è una star internazionale.

Un tweet di Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, forse zittisce definitivamente le voci di un ritorno del 5 volte Pallone d’oro tra le merengues, tre anni dopo il passo d’addio. “Cristiano – scrive l’allenatore italiano – è una leggenda del Real Madrid e ha tutto il mio affetto e il mio rispetto. Ma non ho mai pensato di farlo ingaggiare. Guardiamo avanti. # HalaMadrid”.

Una ridda di voci, soprattutto dalla Spagna , che questa volta hanno fatto perdere la pazienza a CR7, che in serata è intervenuto in tackle con un lungo post sui suoi profili social.

“Non posso permettere alle persone – ha scritto il fuoriclasse portoghese, raccogliendo quasi 3 milioni di ‘like’ in mezz’ora – di continuare a scherzare con il mio nome. Rimango concentrato sulla mia carriera e sul mio lavoro, impegnato e preparato a tutte e sfide che devo affrontare. Tutto il resto? Tutto il resto sono solo chiacchiere”.

A Torino l’addio di CR7 non sarebbe comunque vissuto come un dramma. Ad esempio, un sondaggio condotto da una testata web dedicata al mondo bianconero rivela che due tifosi su tre sarebbero favorevoli alla partenza del fuoriclasse portoghese. E comunque Allegri ha sempre progettato anche una squadra senza di lui.