HomeTecnologiaIncendi e siccità senza precedenti: ora dal Far West americano si scappa

Incendi e siccità senza precedenti: ora dal Far West americano si scappa

«Perché costruire case se non abbiamo abbastanza acqua?», è la questione fondamentale posta da Wade Woolstenhulme, il sindaco di Oakley, che ha passato le ultime settimane a difendere la moratoria. Con questo provvedimento, la costruzione di 36 nuove case ai margini della cittadina è stata sospesa.

Il blocco di Oakley e Henefer ai nuovi progetti edilizi potrebbe essere il destino di tutta la regione, sempre più calda e secca. Gli incendi, intanto, divorano le case costruite nelle regioni più selvagge e nelle foreste. I due più vasti roghi nella storia del West, il Bootleg Fire in Oregon, non ancora spento, e il Dixie Fire in California hanno bruciato in pochi giorni un territorio equivalente alle dimensioni di New York, Los Angeles e Chicago messe assieme.

Siccità senza precedenti

«Non c’è intervento umano che possa salvare queste foreste se non fermiamo l’emergenza climatica», ha sostenuto il governatore dello Stato di Washington Jay Inslee. La situazione è meno spettacolare, ma altrettanto drammatica in Utah, dove la popolazione è aumentata del 18% dal 2010 al 2020, ma i bacini idrici non riescono a riempirsi più della metà rispetto ai livelli normali, in una crisi di approvvigionamento che ormai si estende dal Colorado alla California.

Agricoltori e allevatori, che utilizzano dal 70 all’80 per cento di tutta l’acqua, lasciano seccare i campi o svendono mucche e pecore, che non possono più pascolare. Il governatore Spencer Cox ha fatto l’esempio della sua fattoria di famiglia, dove tutti i campi tranne uno si sono completamente inariditi. “È una crisi brutale – ha ammesso Cox -. Se continua così, ci saranno reali implicazioni per l’acqua potabile e questa è la cosa che mi preoccupa di più”.

Da qui le moratorie, che ormai si diffondono in tutto il West. Nella mitica Marin County, a Nord di San Francisco in California, che sta lottando con le precipitazioni più basse degli ultimi 140 anni, le autorità idriche vorrebbero bloccare i permessi di nuovi allacciamenti idrici alle case.