HomeUncategorizeddomenica 29 agosto, ore 15.00. E a Monza tutti col green pass

domenica 29 agosto, ore 15.00. E a Monza tutti col green pass

Formula 1, Gran premio del Belgio, una marea arancione contro il Re Nero. Questa la cornice del Gp del Belgio sul mitico circuito di SpA (m. 7.004) per una domenica, quella del 29 agosto, ore 15.00,  già cruciale.

Verstappen ha otto punti da recuperare su Hamilton ritornato al comando per restarci dopo il doppio flop (due gare, due punti) dello lo sfortunato campione olandese. A Silverstone è stato spinto fuori e l‘inglese ha collezionato l’ottava vittoria. Sul circuito dove 70 anni prima la Ferrari aveva colto il suo primo trionfo.

A Budapest (domenica 1 agosto)  Max ha corso con una macchina sfasciata dal botto  del primo giro e ha dovuto accontentarsi di 2 punti .

Ma c’è dell’altro ed è inquietante. Domanda: quante gare mancano alla fine? Nessuno lo sa. Un bel pasticcio. Dopo la cancellazione del Gran premio del Giappone – successiva a quelle già registrate per le gare in Cina, Canada, Singapore, Australia – il calendario è ancora tutto da definire. Per ora si naviga a vista. Di certo, dopo Silverstone, c’è una tripletta europea fondamentale per il Mondiale: Belgio, Olanda, Italia.

Una tripletta che i fans di Verstappen sono decisi a colorare di arancione. Invaderanno pure Monza (12 settembre, biglietto a 250 euro, ingresso col green pass, capienza dell’autodromo al 50%) e sarà una gran festa tulipana.

Formula 1, diretta alle 15

Ma prima c’è questo Gran premio del Belgio ( diretta su Sky, ore 15.00) . E non sarà una gara semplice, 44 giri da brividi, almeno nelle previsioni. E secondo tradizione. Quella di domenica 29 agosto è l’edizione n. 66. È però il caso di ricordare che 54 gare si sono svolte a SpA; le altre sono state ospitate a Zolder ( dieci edizioni ) e a  Nivelles, cittadina del Brabante Vallone. E la Ferrari ?  A Spa i ricordi sono  ottimi ma lontani. Qui Schumacher ha il record di successi: ben 6. Seguono Hamilton e Raikkonen con quattro. Va aggiunto che il Re Nero ha vinto sia con la McKlaren che  tre volte al volante della Mercedes.

C’è un cauto ottimismo in casa della Rossa di Maranello. Perché quest’anno, a tutt’oggi, la Ferrari ha 83 punti più dell’anno scorso, mentre Mercedes ne ha persi 88 e Red Bull ne ha guadagnati 80. E perché  Sainz alla sua prima annata in rosso già precede Leclerc. Nessuna sorpresa: lo spagnolo è cresciuto con la scuola e il temperamento di compagni come Verstappen e Norris . Matteo Binotto, Team principal  della Ferrari,  lo ha già  promosso. E ha fatto bene.

LA CLASSIFICA

( dopo 11 gran premi ) – Hamilton 195; Verstappen 187; Norris 113; Bottas 108; Perez 104; Sainz 83; Leclerc 80; Gasly 50; Ricciardo 50; Ocon 39; Alonso 38; Vettel 30; Tsunoda 18; Stroll 18; Latifi 6; Russel 4; Raikkonen 2; Giovinazzi 1.

COSTRUTTORI – Mercedes 303; Red Bull 291; Ferrari 163; McLaren 163; Alpine 77; Alpha Tauri 68; Aston M. 48; Williams 10; Alfa Romeo 3.