HomeUncategorized2016 e 2020 gli anni più caldi dal 1880

2016 e 2020 gli anni più caldi dal 1880

Un grafico della Nasa mostra la variazione della temperatura della Terra mostrando che 19 sui 20 anni più caldi di sempre si sono verificati dopo il 2000. L’unico anno caldo prima di questa data è stato infatti solo il 1998. 

L’anno 2020 e il 2016 sono stati gli anni più caldi mai registrato dall’inizio dello studio condotto dall’Agenzia spaziale statunitense che risale al 1880. La serie temporale mostrata nel video fa vedere chiaramente i cambiamenti. Il blu scuro indica le aree più fresche della media, il rosso scuro indica invece quelle più calde rispetto alla media.

Nasa, anni da 2013 a 2020 più caldi mai registrati

Il periodo compreso fra il 2013 e il 2020 corrisponde ai sette anni più caldi mai registrati, secondi i dati del Goddard Institute for Space Studies (GISS) della Nasa. In attesa di capire come il 2021 si collochi in questo andamento, per il direttore del GISS Gavin Schmidt, si tratta di un “trend sul lungo periodo”, che caratterizza “la drammatica tendenza al riscaldamento in atto”.

Perché il 2016 e il 2020 sono stati gli anni più caldi

Diverse le cause per le quali i due anni finora più caldi si contendono il primato: “il 2016 ha ricevuto un forte impulso da El Nino”, sottolinea Schmidt, e “la mancanza di un assist simile nel 2020 dimostra che il clima continua a scaldarsi per effetto dei gas serra”.

Due sono i fenomeni che hanno influito maggiormente sulle temperature del 2020: gli incendi in Australia e la pandemia di Covid-19.Gli incendi che hanno segnato la prima metà del 2020 hanno prodotto così tanto fumo da ridurre la radiazione solare e raffreddare leggermente l’atmosfera.

Al contrario, i vari lockdown imposti nel mondo dalla pandemia hanno ridotto il particolato atmosferico in molte regioni, permettendo a una maggiore quantità di raggi solari di raggiungere la superficie terrestre: ciò avrebbe determinato un riscaldamento piccolo ma potenzialmente significativo.