HomeUncategorized13enne cade dal monopattino e muore, aveva chiesto a un amico di...

13enne cade dal monopattino e muore, aveva chiesto a un amico di provarlo

Aveva chiesto a un suo amichetto di fargli provare il monopattino per la prima volta. E’ morto a soli 13 anni un ragazzino di Sesto San Giovanni, alle porte di Milano. 

La tragedia si è consumata nel pomeriggio di lunedì 30 agosto sulla pista ciclabile di viale Gramsci. Il ragazzino, inesperto alla guida del monopattino, ha accelerato troppo ed è caduto battendo la testa sull’asfalto. 

Inutile l’arrivo tempestivo dei soccorsi: il 13enne è morto poco dopo essere arrivato all’ospedale Niguarda. Le sue condizioni erano apparse disperate già ai primi soccorritori.

Ultimo aggiornamento 20:55

Sesto San Giovanni, la caduta dal monopattino e i soccorsi

La Procura di Monza, come confermato all’Ansa dal procuratore Claudio Gittardi, vaglierà ora eventuali responsabilità. Il procuratore ha inoltre precisato che non risultava presente alcun maggiorenne nel momento dell’incidente.

Erano circa le 16.15 quando il 13enne e il suo amico, stavano passeggiando all’interno del Parco 9 Novembre, nel comune dell’hinterland milanese.

Secondo la ricostruzione effettuata dalla Polizia Locale, il tredicenne avrebbe chiesto di poter provare il mezzo a due ruote dell’amico, uscendo dai confini dello spazio verde.

Forse per l’eccessiva velocità, forse per una manovra sbagliata o una frenata troppo brusca o forse, ma meno probabile, per un guasto dello stesso monopattino, dopo aver percorso alcuni metri sulla pista ciclabile di viale Antonio Gramsci, il 13enne è caduto di faccia impattando violentemente contro il marciapiede, finendo a terra sull’asfalto, dal quale non si è più rialzato.

Trasportato in gravi condizioni all’ospedale Niguarda, nella caduta aveva riportato un “trauma cranico e un trauma toracico”, ha reso noto l’Areu.

Al momento dell’arrivo dei sanitari il “paziente era in arresto cardio circolatorio” ed era stato trasportato in ospedale “con manovre di rianimazione in corso”.

Sull’accaduto indagano i carabinieri e la Polizia locale. Gli accertamenti dovranno ora ricostruire la dinamica dell’incidente. In particolare, saranno effettuate verifiche proprio sul mezzo a due ruote per capire se è a norma e se può essere guidato da un minorenne. Il monopattino è già stato sequestrato dagli agenti ed è a disposizione della magistratura inquirente, che potrebbe decidere di sottoporre il mezzo a una perizia.

Monopattino, a Firenze obbligo di casco

E’ di oggi la nuova ordinanza sulla sicurezza stradale, presentata dal sindaco di Firenze Dario Nardella e l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, che prevede l’obbligo del casco per i monopattini dall’1 dicembre.

L’obbligo scatterà da dicembre per dare il tempo alle società di sharing di mettersi in regola. Già a febbraio scorso Palazzo Vecchio aveva adottato un’ordinanza per il casco obbligatorio, poi annullata dal Tar.

“Ci sono già molte città in Europa – ha detto Nardella – dove sono in servizio monopattini con l’apposito contenitore per i caschi usa e getta. Oltre a questo lanciamo una campagna di sensibilizzazione che avrà al centro un incentivo economico con un bonus per l’acquisto del casco: non dobbiamo limitarci solo alle regole ma vogliamo incentivare le persone a usare il casco.”

“Speriamo di poter soddisfare 1000 richieste e riuscire a coprire tutto il costo”, ha concluso Nardella.