HomeTecnologiaSir Branson tenta il volo ai limiti dello spazio: si apre l’era...

Sir Branson tenta il volo ai limiti dello spazio: si apre l’era del turismo suborbitale?

Domenica 11 luglio 2021, per noi italiani, passerà alle cronache come quella della finale Italia Inghilterra o della finale di Coppa Davis, in cui per la prima volta un atleta porta il tricolore nel più blasonato campo da tennis esistente al mondo.

Primi passi del turismo spaziale

Ma dall’altra parte dell’oceano si gioca una sfida quantomeno curiosa e insolita fra i due miliardari, Sir Richard Branson di Virgin e Jeff Bezos di Amazon, l’uomo oggi più ricco del mondo quotato 211 miliardi. Sfida che, comunque, nasconde l’inizio vero e proprio del turismo spaziale, un settore che, si pensa, sarà in grandissima espansione per i prossimi 20 anni con prezzi, che oggi sono stellari, comunque decrescenti e sempre maggiori opportunità di volo suborbitale, entro i primi 100 chilometri dal suolo terrestre.

Loading…

Tornando alla sfida fra i due miliardari, entrambi vogliono andare per primi nello spazio con un mezzo prodotto da una delle loro industrie, particolare non da poco dato, che di cosiddetti turisti spaziali ce ne sono stati ormai un piccolo manipolo, ma tutti sono andati nella Stazione spaziale Internazionale con gli americani o i russi.

Lotta per il primato

La contesa è senza esclusione di colpi. Bezos un mese fa circa fa aveva fissato al 20 luglio di quest’anno il primo volo sub orbitale con il suo razzo Blue Shepard, e navetta, data storica dato che ricorda la missione apollo 11 che portò nel 1969 i primi uomini sul nostro satellite e aveva annunciato che ci sarebbe stato pure lui fra i passeggeri. Branson, che dal 2004 aspira ad essere il primo uomo che porterà dei turisti nello spazio con mezzi privati, ha immediatamente reagito e, facendo il diavolo a quattro, è riuscito, venerdì 9 luglio, a strappare al potente ente americano per l’aviazione il permesso di decollare prima di Bezos, l’11 luglio prossimo, evidentemente con l’idea di passare alla Storia come primo turista spaziale 100 per cento. Eventualmente alla Storia interessasse annotarselo.

A venti chilometri dal “vero” spazio

La cosa è curiosa perché, comunque gli uffici stampa ed i media di mezzo mondo dicano e si sbraccino, il meraviglioso aereo razzo di Branson, lo SpaceShipTwo, portato in quota dal grande aereo The white Knight, il Cavaliere Bianco, non riuscirà ad andare oltre gli 80 chilometri da Terra. Intendiamoci, gran bella altezza e poi da lì in caduta libera per tante decine di secondi farà provare ai sei quasi astronauti al suo interno, oltre alla impagabile visione della Terra dallo spazio, anche l’assenza di gravità.