HomeTecnologiaDieci minuti nello spazio e ritorno: Jeff Bezos entra nella storia

Dieci minuti nello spazio e ritorno: Jeff Bezos entra nella storia

Se vogliamo l’illusione è finita quando è stata aperta la capsula appena atterrata: telecamere, microfoni, urla di gioia, folla di collaboratori e amici, ma il business è business e questo, a 200.000 dollari a passeggero lo è davvero.

Finisce così in soli dieci minuti il primo volo con passeggeri del mezzo progettato dai tecnici di Bezos per portare centinaia di turisti spaziali a guardare la Terra dalle grandi finestre panoramiche, una visione indubbiamente notevole dal vivo, per chi se la può permettere.

Ora avremo altri due lanci nel 2021, ma poi è previsto che diventi sostanzialmente un servizio di routine, come è stato dichiarato dopo il volo dal consulente del lancio presente in streaming.

Oltre a Jeff Bezos era presente anche il fratello Mark, 53 anni, come passeggero, anche lui in affari con una importante compagnia di pubblicità e vicepresidente di Robin Hood, una charity di New York, e Oliver Daemen, il figlio diciottenne di un altro miliardario socio fondatore di Somerset Capital Partners.

Ma chi ha probabilmente più di tutti gioito e realizzato il suo sogno di una vita è stata Wally Funk, ottantadue anni, che già nel 1961 era stata selezionata da Nasa nel programma Mercury, oggi roba da libro di storia ma che allora fece furore nella rincorsa degli Usa alla supremazia dell’Unione Sovietica.