HomeUncategorizedLiberi di fare la seconda dose AstraZeneca. Io farò eterologa martedì

Liberi di fare la seconda dose AstraZeneca. Io farò eterologa martedì

Mario Draghi sdogana la seconda dose di AstraZeneca. In una conferenza stampa convocata d’urgenza con il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, il premier fa chiarezza sui vaccini.

Liberi di fare la seconda dose con AstraZeneca“, ha detto Draghi precisando che  “vaccinarsi è fondamentale. La cosa peggiore che si può fare è non vaccinarsi affatto o fare una dose sola”.

Per cui “chi non vuole fare la vaccinazione eterologa è libero di fare il richiamo con AstraZeneca purché abbia un parere del medico e un consenso ben informato”.

Il presidente del Consiglio però non manca di rassicurare sul mix di vaccini: “La vaccinazione eterologa funziona – dice – ed anche io sono prenotato per farla martedì”.

“Ho più di 70 anni” e la prima dose con Astrazeneca “ha dato risposta bassa e mi si consiglia di fare l’eterologa. Quindi funziona per me e ancor più vero funziona per chi ha meno di 70 anni e meno di 60 anni”, dice il premier. 

Mario Draghi, la conferenza stampa per fare chiarezza sui vaccini

L’esigenza di convocare una conferenza stampa per parlare ai cittadini sorge in seguito alle polemiche per lo stop alla somministrazione di AstraZeneca agli under 60 dopo la morte per trombosi della 18enne Camilla Canepa.

In alcune Regioni le prenotazioni per i vaccini sono calate. Di qui la necessità di dare indicazioni chiare. “Nonostante tutta la confusione – ha detto Draghi –  è straordinario come la popolazione non mostri l’intenzione di diminuire la vaccinazione e di non vaccinarsi, è straordinario. Rispetto ad altri Paesi, è uno dei comportamenti più ammirevoli, ricordiamocelo”.

Speranza: “Cts raccomanda eterologa ma chi vuole può fare AstraZeneca”

“Oggi ho firmato un’ordinanza che porta il 99% del Paese in area bianca”, ha precisato il ministro Speranza. “Il merito è di una campagna molto forte di vaccinazione che stiamo portando avanti. quindi il messaggio è di vaccinarsi”.

“La risposta del Cts – aggiunge – che oggi si è riunito è per una raccomandazione molto forte per la vaccinazione eterologa sotto i 60 anni ma resta aperta la possibilità di utilizzare AstraZeneca per chi lo richiede sotto consenso medico”.

Draghi sullo stop mascherine all’aperto

In conferenza stampa si è parlato anche di togliere l’obbligo di mascherine all’aperto: c’è una data? “No”, dice Draghi.

“C’è una data da indicare in cui chiederò un parere al Cts tramite il ministro Speranza: domani farò richiesta formale al Cts per chiedere se possiamo togliere la mascherina all’aperto. Molti Paesi hanno tolto l’obbligo. Non ci sono ancora date per l’Italia”, ha spiegato.

Figliuolo: “Con eterologa campagna non rallenta”

“Mancano ancora circa 2,8 milioni di over 60” calcola il commissario straordinario all’emergenza Figliuolo. “La campagna procede secondo i ritmi prefissati, ad oggi abbiamo somministrato 44,6 milioni di dosi”.

“E’ stata già fatta tutta la pianificazione e riprogrammato con le regioni affinché siano già assicurate dosi con l’eterologa per tutto giugno, a breve per tutto luglio – spiega – Si tratta di 990mila cittadini che saranno vaccinati con mRna e quindi non ci saranno rallentamenti, il ritmo resterà di 500mila somministrazioni al giorno”.