HomeUncategorizedetà, moglie, i cinque figli, vita privata, carriera, canzoni, Sanremo

età, moglie, i cinque figli, vita privata, carriera, canzoni, Sanremo

Max gazzè chi è: età, moglie, i suoi cinque figli, vita privata del cantautore romano che questa sera sarà ospite a “Una pezza di Ludini”, il programma comico in onda su Rai Due a partire dalle 23,30. 

Dove e quando è nato Max Gazzè 

Massimiliano Gazzè è nato a Roma il 6 luglio 1967. Il suo vero nome è Massimiliano gazzè ed ha 53 anni. Gazzè è un cantautore che vanta 30 anni di carriera. Insieme a Silvestri, Fabi e Britti appartiene alla cosidetta nuova scuola romana, quella nata intorno a Il Locale, storica sala di concerti di via del Fico al centro di Roma. Mazzè suona il basso ed ha fatto anche l’attore. 

Figli e mogli, la vita privata di Maz Gazzè

Max Gazzè ha cinque figli. Bianca, Samuele ed Emily sono nati durante la relazione con la storica moglie Maria Salvucci. Silvia e Guglielmo sono invece nati dall’amore con una donna mai “presentata” ufficialmente alla stampa.

“Avere figli di età così distanti mi dà la possibilità di rivivere ogni volta tutte le fasi della loro crescita, è meraviglioso”  ha rivelato tempo fa il cantautore. “Anche se sono nati da due mamme diverse, cerco di essere un padre presente: insomma, o vado in tournée o sto con loro. Non faccio altro”.

Venti anni Max li ha passati al fianco dell’ex moglie Maria dalla quale ha divorziato nel 2010: “Ho vissuto questa separazione come un lutto, è stato davvero un periodo triste e amaro” ha raccontato Max Gazzé. “Per fortuna, dopo quindici anni di nozze, il legame affettivo non si è logorato. Nutriamo grande stima l’uno per l’altra e c’è complicità nella gestione dei figli”.

Il flirt con Asia Argento

Max Gazzè è molto geloso della sua privacy. Nel 2013 venne paparazzato insieme ad Asia Argento. I due, nelle foto si scambiavano baci appassionati e dediche.

È durato solo pochi mesi. Gli ultimi due figli sono infatti arrivati da una donna misteriosa di Trento. I due, spiega Gazzè, conservano un ottimo rapporto: “Avrebbe voluto che diventassimo una normale famiglia, ma io non riesco, mi dispiace. Non è una scelta, è solo che sento di avere già dato. Una relazione porta con sé la responsabilità di coltivarla, io non mi sento più in grado”.

Max Gazzè e Sanremo 

Max Gazzè ha partecipato sei volte al Festival di Sanremo. La prima volta fu nel 1999 nella sezione Nuove Proposte. Nel 2021 ha invece partecipato con il brano “Il Farmacista” piazzandosi al 17esimo posto. 

La lunga carriera 

MAx Gazzè pubblica nel 1996 il primo album “Contro un’onda del mare” che presenta in versione acustica nel tour di Franco Battiato. Nel 1998 la sua “Vento d’estate”, cantata con Niccolò Fabi, vince “Un disco per l’estate”. L’anno successivo è in concorso al Festival di Sanremo con “Una musica può fare”.

Il quarto album “Ognuno fa quello che gli pare” esce nel 2001 e presenta una varietà di soluzioni sonore frutto anche di numerose collaborazioni tra cui Carmen Consoli.

Numerose le collaborazioni di Gazzè con altri artisti: con l’amico Daniele Silvestri – per il quale suona in moltissime canzoni del suo disco “Il latitante” – e, dal luglio 2007, assieme alle colleghe cantautrici romane Paola Turci e Marina Rei, anche il tour “Di comune accordo”.

Nel 2010 debutta come attore nella produzione cinematografica di Rocco Papaleo dal titolo “Basilicata coast to coast”. Nel 2014 si concretizza un progetto nato idealmente vent’anni prima: con gli amici Niccolò Fabi e Daniele Silvestri pubblica l’album di inediti “Il padrone della Festa”, disco di platino a pochi giorni dall’uscita, e parte in trio per un tour europeo sold out.

Tornati in Italia, i tre affrontano un tour nei palasport, che registra anch’esso il tutto esaurito. Nel 2015 Max torna solista e annuncia un nuovo album, “Maximilian”.  Sul fronte live il 2016 è stato un momento magico per Gazzè, che da inizio anno ha suonato ininterrottamente in oltre 70 concerti (ovunque sold out) per poi affrontare la sua prima tournée mondiale, che lo ha portato ad esibirsi in tre continenti; ha suonato infatti a Montreal, Toronto, Chicago, Boston, New York, Miami, Los Angeles e Tokio, per chiudere a Shanghai.

Il 2017 lo vede impegnato in quello che appare il suo progetto più innovativo: Alchemaya – un’opera sintonica, originale, il cui libretto è scritto insieme al fratello Francesco. Il disco è suonato con la Bohemian Symphony Orchestra di Praga.