HomeUncategorizedanche in classifica Notte fonda per Ferrari

anche in classifica Notte fonda per Ferrari

Formula 1, l’olandese  Max  Verstappen ha vinto il Gp di Francia infilando al penultimo Giro il britannico Lewis Hamillton. Sul circuito Paul Ricard di Le Castellet è finita la sontuosa egemonia del “Re Nero”.

Dopo Imola e Monaco torna sul gradino più alto il suo più agguerrito e talentuoso avversario che in Costa Azzurra consolida il suo primato in classifica generale. Festa grande in casa Red Bull che mette le sue due monoposto sul podio grazie alla bella prova del messicano Sergio Perez, terzo.

Notte fonda per la Ferrari, mestamente fuori dalla zona punti della Formula 1: Sainz 11esimo, Leclerc addirittura  16esimo.

Bottas quarto, Norris quinto. Seguono nell’ordine Ricciardo,Gasly, Alonso, Vettel. Completa la top ten Stroll. Giovinazzi al quindicesimo posto. Il pilota sette volte campione del mondo si è congratulato con gli avversari : “Sono stati superiori in tutto il weekend. Noi lenti sul rettilineo “. Dice Verstappen : ”D’accordo, è stata una grande vittoria, ma è ancora lunga”.

Le curve veloci di Le Castellet non sono adatte alle Rosse della Formula 1.

Ma un flop del genere non se l’aspettava nessuno.

Certo, si sapeva che il tracciato francese è indigesto alle Rosse. Il “Paul Ricard “ è caratterizzato da due rettilinei di cui quello di ritorno ( il famoso Mistral ) “ spezzato da una chicane e da curve di medio e ampio raggio. Con l’assenza pressoché totale di variazioni altimetriche “ (copyright dell’ analista tecnico di Formula1 Paolo Felisetti).

Insomma c’è di meglio per le macchine di Maranello. Non è un caso che l’ultima vittoria della Ferrari risalga a 13 anni fa. Era il 2008. Al volante c’era Felipe Massa, brasiliano di San Paolo. Se la ricorda ancora perché il 2008 è stato il suo miglior anno ( degli 8 consecutivi ) in Ferrari. Michael Schumacher  resta il primatista, ha vinto 8 volte, ma tutte sul circuito di Magny-Cours ( Borgogna ).
.
Una curiosità:  c’è stata una inversione di telai tra la Mercedes di Lewis e quella di Bottas. Una mossa per uscire dalla crisi. Così ha deciso Toto Wolff. Pare che l’inglese sette volte iridato non abbia gradito molto, ma si vede che per la casa tedesca era fondamentale restituire un po’ di autostima allo scudiero finlandese. Facile prevedere che in settimana voleranno gli stracci.

Il gran premio di Francia di Formula 1 non si è  disputato sempre a Le Castellet

I francesi hanno utilizzato altri cinque circuiti. Li ricordiamo : Reims, Rouen, Clermont Ferrant, Le Mans e Magny-Cours. Il Paul Ricard è stato inaugurato nel 1970 e da allora ha ospitato 17 gran premi di Formula Uno . La Ferrari qui a 10 km dalla Costa Azzurra ha buoni ricordi. Nel 1975 ha vinto con Nike Lauda, nel 1990 con Alain Prost ( che qui aveva vinto in passato con la Renault e due volte con la McLaren). Poi è arrivata la doppietta di Hamilton ( 2018 e 2019 ). Nel 2020 non si è disputato. Ora il buio.

LA CLASSIFICA ( dopo 7 GP ) 

1. Verstappen ( Red Bull) p.131; 2. Hamilton ( Mercedes) p. 119; 3. Perez ( Red Bull ) p. 84; 4. Norris ( McLaren) p.76;  5. Bottas ( Mercedes )59; 6. Leclerc ( Ferrari ) p. 52; 7. Sainz ( Ferrari ) p. 42.