Generale155.697 nuovi contati, 389 morti, ricoveri ancora in calo

155.697 nuovi contati, 389 morti, ricoveri ancora in calo

-

Rome
cielo sereno
19.2 ° C
20.2 °
17.4 °
88 %
1.5kmh
0 %
Lun
30 °
Mar
29 °
Mer
32 °
Gio
35 °
Ven
28 °

Sono 155.697 i nuovi contagi secondo i dati del bollettino di oggi, giovedì 27 gennaio, del ministero della Salute. Ieri erano stati 167.206. Le vittime sono invece 389, mentre ieri erano state 426. Dall’inizio della pandemia sono 10.539.601 gli italiani contagiati.

Bollettino oggi 27 gennaio: ancora in calo terapie intensive e ricoveri 

Sono 1.039.756 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 1.097.287. Il tasso di positività è al 14,97%, stabile rispetto al 15,2% di ieri. Continuano a calare terapie intensive e ricoveri ordinari. Sono 1.645 le terapie intensive, 20 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 125. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.853, ovvero 148 in meno rispetto a ieri. 

Gli altri numeri del bollettino

Gli attualmente positivi sono 2.706.453, in calo di 10.128 nelle ultime 24 ore mentre i morti sono 145.159. I dimessi e i guariti sono invece 7.687.989 con un incremento di 165.779 rispetto a ieri.

Covid, -3,7% nuovi casi dopo settimane di aumenti

Dopo 13 settimane consecutive di aumento dei contagi da Covid, l’ultima settimana ha visto un’inversione della curva dei nuovi casi, che sono stati 1.197.970 rispetto ai 1.243.789 dei 7 giorni precedenti, con una flessione del 3,7%. Per quanto riguarda le strutture ospedaliere, aumentano del 3% i ricoveri in area medica (20.037 rispetto a 19.448), mentre diminuiscono dell’1,4% quelli in terapia intensiva (1.691 rispetto a 1.715). Ma a crescere sono anche i decessi: sono stati 2.519 rispetto ai 2.266 della settimana precedente, con +11,2%. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Fondazione Gimbe per la settimana 19-25 gennaio.

Assistiamo, spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, a “un’iniziale discesa della curva nazionale condizionata da situazioni regionali molto eterogenee, da trend differenti per le varie fasce di età oltre che da una riduzione del numero di tamponi, sia antigenici che molecolari: in particolare per questi ultimi il tasso di positività è in lieve risalita”.

“Resta alta la pressione sugli ospedali – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari della Fondazione Gimbe – dove i posti letto occupati da pazienti Covid in area medica aumentano, seppure più lentamente (+3% rispetto alla settimana precedente), mentre si registra una lieve flessione in terapia intensiva (-1,4% rispetto alla settimana precedente)”.
Sono in aumento del 5%, tra il 19 e il 25 gennaio, anche i casi attualmente positivi (2.689.262 rispetto a 2.562.156 della settimana precedente), le persone in isolamento domiciliare (2.667.534 rispetto a 2.540.993).

Ultime Notizie

Operaio morto alla Farnesina, schiacciato laddove recuperava il cellulare sul tetto dell’ascensore

Fabio Palotti, l’manovale trovato morto nel vano di un’ascensore del Ministero degli Esteri alla Farnesina, potrebbe individuo morto per aver tentato di recuperare il telefonino che aveva dimenticato sul tetto di una delle cabine. E’ il possibile scenario ipotizzato dagli inquirenti. manovale morto alla Farnesina, schiacciato dall’ascensore invece recuperava il furgone carcerario invece le indagini sono […]

Corleone, Palermo: ragazzo di 16 anni ruba l’auto del babbo, si schianta e muore con la fidanzatina

Le auto erano la sua grande passione da quando era bambino, tuttavia è morto sabato oscurità vicino Corleone, in provincia di Palermo, in un terribile incidente stradale. Aveva preso la tuttaviacchina del autore di nascosto, senza dirgli nulla. Era uscito con la fidanzatina, da poco tuttaviaggiorenne. E’ morta anche lei. Sul sedile posteriore paio amici […]

Cutignano, trova la fidanzata a letto unitamente un altro e l’accoltella: lei è gravissima

Ha sorpreso la fidanzata a culla insieme un altro umanità e così, in preda alla rabbia, l’ha accoltellata. E’ successo nella notte tra sabato e domenica a Cutignano, in provincia di Pistoia. Seinsiemedo quanto riportato dai giornali locali, l’aggressore, un 40enne di Firenze, è stato fermato dai carabinieri per tentato uccisione. La vittima è stata […]

Quelli dell’Azovstal: cadaveri armi in pugno o passati per le armi o portati fuori Ucraina. Sarà la misura della lite

Quelli della Azovstal, quelli perché sono ancora nelle viscere dell’acciaieria, quelli della Azov, i soldati perché Mosca chiama nazisti, quelli dei marines ucraini, i soldati perché Mosca definisce con spregio “nazionalisti”. Quelli della Azovstal, forse moltissimi, perché al dì 82 della guerra sono ancora lì, ancora combattono. Circondati, bombardati più volte al dì. Questione di […]

Cutignano, trova la fidanzata a letto con un altro e l’accoltella: lei è gravissima

Ha sorpreso la fidanzata a letto con un altro uomo e così, in preda alla...

Donne (e uomini) avvertiti, la dieta non basta, ci vuole esercizio fisico

Donne di successo. Paola Baggiani, nutrizionista – dietologa, socia fondatrice  dell’Associazione italiana Donne Medico, (sezione fiorentina). Nata...

Devi leggere

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te